Tecniche di rilassamento e training autogeno: come imparare a gestire lo stress

Dr.ssa Sara GentilescaData pubblicazione: 11 marzo 2013

Le stimolazioni fisiche e psichiche che continuamente ci colpiscono, i ritmi incalzanti della vita quotidiana, le preoccupazioni che affollano la nostra mente portano ad un accumulo di tensione che spesso non riusciamo ad allentare. La conseguenza è una perdita della nostra naturale capacità di rilassarci, conducendo a ciò che viene comunemente definito STRESS.

D’altra parte, basta osservare un neonato mentre dorme o mentre giace in braccio per accorgersi come il suo corpo sappia rilassarsi e abbandonarsi. Sa usare l’alternanza tra rilassamento e contrazione muscolare, senza creare tensioni disfunzionali. Ciò significa che il nostro corpo sa come funzionare al meglio. Purtroppo, per ragioni culturali e soggettive queste naturali capacità che un tempo abbiamo posseduto vengo progressivamente meno.

La tecnica di autodistensione elaborata da Schultz, neurologo tedesco, ci consente di recuperare la nostra naturale capacità di rilassarsi, ristabilendo un equilibrio a livello psichico e fisico.

Training significa allenamento, cioè apprendimento graduale di una serie di esercizi particolarmente studiati e concatenati allo scopo di portare progressivamente al realizzarsi di spontanee modificazioni del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dell'attività cardiaca e polmonare, dell'equilibrio neurovegetativo e dello stato di coscienza.

Autogeno significa "che si genera da sé" e ciò introduce un’importante differenza tra questo metodo ed altre tecniche: alla persona viene riconosciuto un ruolo attivo. L’obiettivo è dunque quello di far sì il soggetto impari una serie di esercizi i quali, una volta acquisiti, possono essere adoperati in maniera autonoma e in diverse situazioni della vita quotidiana.

L’efficacia scientifica del Training Autogeno è stata dimostrata da numerose ricerche condotte fin dall'epoca della sua ideazione e, ad oggi, numerosi sono i campi di applicazione:

 

  • nella gestione delle emozioni, dello stress, dell’ansia
  • nei disturbi del sonno
  • nella dissuefazione dal fumo
  • nel bruxismo
  • nelle patologie con base psicosomatica (es. pressione alta, emicrania e cefalee muscolo tensive, asma, ulcera gastrica, eczema cutaneo, ecc.)
  • nel miglioramento delle capacità di concentrazione e della memoria
  • nella diminuzione della percezione del dolore
  • nell’agevolazione del parto
  • in ambito sportivo e in tutte quelle situazioni che richiedono il raggiungimento di un alto livello di concentrazione.

 

Lungo il mio percorso di formazione mi sono specializzata nel campo del rilassamento e della gestione dello stress e, attualmente, mi occupo di insegnare queste tecniche attraverso corsi individuali e di gruppo finalizzati all'apprendimento del Training Autogeno e del Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacbson.

Se vuoi saperne di più visita il sito: www.psicologomilanobergamo.blogspot.it

Autore

gentilesca.sara
Dr.ssa Sara Gentilesca Psicologo, Psicoterapeuta

Laureata in Psicologia nel 2007 presso Facoltà di Psicologia.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Lombardia tesserino n° 312304.

4 commenti

#1
Utente 609XXX
Utente 609XXX

C'è anche un esercizio di,"training autogeno", per evitare il problema dell'erezione in caso di periodi lunghi da stress?

#2
Dr.ssa Sara Gentilesca
Dr.ssa Sara Gentilesca

Salve, sì il training autogeno è molto indicato nel caso di problematiche di natura sessale, ovviamente una volta accertata la natura non medica del problema.
L'intera sequenza di esercizi ha infatti l'obiettivo indurre uno stato di rilassamento profondo e quindi di aiutare a gestire stress e tensione.
In questi casi è poi molto utile associare alla sequenza di esercizi di rilassamento le cosiddette "formulazioni di indifferenza".
Rimango a disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti.
Dott.ssa Sara Gentilesca

#3
Utente 609XXX
Utente 609XXX

Ma queste pratiche che Lei suggerisce, dove si possono praticare? Sono a pagamento.Oppure.....
Grazie

#4
Dr.ssa Sara Gentilesca
Dr.ssa Sara Gentilesca

Salve,
Rispetto alla prima domanda: le tecniche di training autogeno si apprendono, inizialmente, guidati da un conduttore per poi applicarle in autonomia. Il conduttore deve essere un medico/psicologo che si sia specializzato in questo campo.
Io mi occupo di insegnare le tecniche di rilassamento negli studi in cui ricevo (Treviglio, Milano, Arese e Bollate), con costi che variano a seconda che si tratti di un corso individuale o di gruppo.
Qualora dovesse interessarle, sul mio sito trova informazioni in merito (www.psicologomilanobergamo.blogspot.it oppure www.studioilracconto.blogspot.it).
Rimango a disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti.
Dott.ssa Sara Gentilesca

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test