Salute Mentale al femminile

Dr.ssa Paola ScalcoData pubblicazione: 04 ottobre 2013

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

10 ottobre 2013 - Primo H-Open day italiano dedicato alle donne

Le problematiche connesse alla salute mentale coinvolgono massicciamente le donne sia in modo diretto (depressione, ansia, dipendenze, disturbi del comportamento alimentare, gravi disturbi psichiatrici…), sia di riflesso in qualità di persone che si prendono cura di famigliari affetti da tali tipologie di disturbi.

Purtroppo i disagi psicologici e psichiatrici sono ancora spesso un tabù e chi ne è portatore diventa frequentemente oggetto di pregiudizio e di stigma sociale. Anche in virtù di questo, è necessario cercare di giungere a diagnosi precoci, in modo da poter attuare interventi mirati e tempestivi, che ristabiliscano un certo equilibrio e benessere psicologico delle persone.

Da tempo si riconosce la necessità di tenere conto delle differenze di genere anche in campo sanitario: donne e uomini sono anatomicamente, fisiologicamente e psicologicamente diversi e rispondo in modo dissimile alle cure, sono colpiti dalle varie patologie in percentuali e in età differenti ed hanno spesso anche modi diversi di affrontare la malattia.

Anche per quanto concerne i disturbi mentali si dovrebbe perciò tenere conto della specificità di genere, con tutte le implicazioni biologiche e i risvolti psicologici, ma anche culturali e sociali, sia negli interventi di presa in carico sia in quelli destinati alla prevenzione.

In quest’ottica, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, che si celebrerà come ogni anno il 10 Ottobre prossimo, si terrà su tutto il territorio nazionale l’iniziativa “Ospedali a Porte Aperte”, nel corso della quale sarà possibile per le donne usufruire di servizi gratuiti di consulenza, valutazione diagnostica e informazione sui temi della salute mentale.
 

Per trovare l’Ospedale più vicino: http://salutementale.bollinirosa.it/

Per approfondire la conoscenza dell’iniziativa:

Autore

paola.scalco
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1994 presso Università degli studi di Padova.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte tesserino n° 1724.

4 commenti

#1
Utente 351XXX
Utente 351XXX

Cara dott. SCALCO
la informo che da quando ero piccolina ho sempre sofferto di colite nervosa... ora mi capita spesso di andare al bagno lenta... con forti crampi addominali...sento la pancia che mi brulica...come se avessi una pentola a pressione...la informo che tramite visita nel 2007 mi e' stata diagnosticata una gastro entercolite acuta...curata per modo di dire con valpinax gocce..e infuso di finocchio! non risolvendo la cosa mi sono sottoposta 6 anni fa0 ad una colonscopia...e nulla...e 4 anni fa ne ho fatta un altra e nulla...al che mi hanno deto di sottopormi tramite analisi alle intolleranze alimentari che ho fatto a settembre 2013...e praticamente li' non posso mangiare quasi nulla...salvo tutto la carne...i latticini..la pasta...solo alcuni tipi di verdura... e 4 tipi di pesce! stop! ho fatto anche un esame dell'elicobacter pylory...negativo! esame ecocardiogramma..perche' di notte mi si scatenano palpitazioni con attacchi di panico... e senso di soffocamento! ho fatto visita dal cardiologo e per ben 3 volte dall'ecocardiogramma non e' risultato nulla... lui stesso mi ha detto come la neurologa che potrebbe trattarsi di stati ansioso con attacchi di panico! mi e' stat data una cura con atenol 100 1/4 nei momenti mi prende la notte questi attacchi di palpitazioni...e 15 goce di ansiolin che prima prendevo 3 volte al giorno x 2 anni e ora solo la sera....cerco di smettere ma quando piano piano tolgo le gocce non trovo giovamento... ho avuto problemi passati legato al fatto di non aver figli ...mi sono sottoposta a stimolazioni ormonali sia io che mio marito che a quanto pare hanno solo peggiorato le cose emotivamente... stavo facendo adozione e dopo 4 anni che veniva la bambina in affido...la mamma me se l'e' riportata via! vivo perennemente angosciata...ho un lavoro ...ma mi porta a stressarmi x quello che faccio... in vita mia sono entrata per il mio lavoro di colf...e non mi sarei mai aspettata di cambiare anche pannoloni!
ora non so che fare domani vado dal mio medico curante...sono alta 1m e 50 e peso 50 kg...premetto ch fino i primi di maggio ne pesavo 53 vestita... non so piu' che pensare e come rimettermi in sesto..capisco che di vita ce ne e' solo una..ma questo e' un problema che mi assilla!! specie quando devo andare al bagno 4 O 5 volte al giorno o a volte ho coliche durante la notte!! cosa mi consiglia? grazie e mi scusi lo sfogo!

#2
Dr.ssa Paola Scalco
Dr.ssa Paola Scalco

Gentile Signora,
in questo spazio è possibile inserire dei commenti al blog, mentre le richieste di consulto come la sua devono essere inserite nella sezione Consulti, scegliendo la specialità più attinente.
Cordiali saluti.

#3
Utente 351XXX
Utente 351XXX

purtroppo non so come fare....ho provato a cliccare su consulti..mi dispiace...buona sera

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche donne 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati