Negli ultimi anni è aumentato notevolmente l’utilizzo di messaggi, tramite smartphone: nella coppia può essere utile o, al contrario, questa modalità può creare incomprensioni e tensioni?

Nella chat manca tutto ciò che attiene al linguaggio non verbale: sguardo, espressione, postura, gestualità e tono della voce. Inoltre, il silenzio e le pause che ci sono online, non corrispondono al silenzio e alle pause nella realtà, e questo può causare incomprensioni, fastidio e ansia.

Tutti gli aspetti mancanti nella comunicazione via web, sono quelli che attivano maggiormente la componente emotiva dello scambio, stimolando l’empatia e favorendo quindi, la capacità di comprensione dello stato d’animo degli altri.

Può essere utile evitare la chat per affrontare argomenti importanti, o per appianare dissensi. L’uso dei messaggi può andar bene per condividere momenti di gioia, o per ringraziare.

Quando ci si abitua a dirsi tutto tramite smartphone, si rischia di perdere la predisposizione all’ascolto, e il piacere del dialogo “vis a vis”. Inoltre, fornendo al partner foto e testi ogni momento della giornata, diminuisce il desiderio di incontrarsi per raccontare le proprie esperienze.

Quali sono le conseguenze?

Con il trascorrere del tempo, può prendere il sopravvento una grande sensazione di noia, aumentando sempre di più, la sensazione che i momenti di coppia siano banali e poco stimolanti.

Essere in simbiosi, anche se virtualmente, può amplificare il bisogno di controllo, e rimanda a sentimenti di insicurezza e di scarsa fiducia in sé e nel partner.

E’ fondamentale che ognuno abbia un proprio progetto di vita compatibile, ma allo stesso tempo, svincolato da quello dell’altro, ma anche momenti per coltivare i propri hobby ed amicizie.

Un altro aspetto da non sottovalutare è legato alla sfera sessuale: essere sempre a disposizione visiva del partner attraverso foto o video, può spegnere la passione. Inviare foto del proprio corpo con l’intenzione di stimolare il desiderio, spesso ha un effetto contrario, quindi il partner può perdere l’interesse, poiché svaniscono le fantasie erotiche.

Sono molte le coppie che richiedono una consulenza sessuologica per questi motivi, ed il lavoro terapeutico prevede la presa di consapevolezza delle dinamiche sottostanti, e il cambiamento di alcune modalità “errate”, per ristabilire un equilibrio, e riaccendere la passione. 

Logo medicitalia.it