Trovare la motivazione è cosi difficile?

Dr.ssa Marilde VialeData pubblicazione: 02 luglio 2013

Al giorno d'oggi sia i media chei giornali insistono sull'importanza di un corretto stile di vita, che comprende una sana alimentazione e attività fisica. L'ostacolo piu duro pero sembra proprio il movimento!

Muoversi muoversi muoversi, ma come mai è cosi difficile muoversi?

In America l'attività fisica in quanto terapia, è prescritta esattamente come viene prescritto l'antiipertensivo nei soggetti che soffrono di ipertensione arteriosa o l'ipocolesterolemizzante per controllare i valori di colesterolo nel sangue. 

Nonostante la consapevolezza scientifica che tale attività se praticata in modo regolare favorisce non solo la migliore funzionalità degli apparati,ma incide in modo significativo sul benessere globale della persona, pertanto anche nella sua dimensione psicologica, sembra " comodo" colpevolizzare alla mancanza di tempo l'impossibilità di "muoversi", o sottovalutare l'efficacia della terapia " attività fisica".

Navigando su internet sono rimasta colpita da una notizia che pongo come strumento di riflessione.

http://bendoeslife.tumblr.com/

Autore

marildeviale
Dr.ssa Marilde Viale Dietologo

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2006 presso Universutà di Pavia.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Pavia tesserino n° 8319.

4 commenti

#1
Ex utente
Ex utente

Leggo qui che alimentazione sana e attività fisica sono gli elementi importanti per un corretto stile di vita. Non è una notizia nuova, lei stessa lo dice, e infatti si chiede perchè la gente si muova con difficoltà. Io invece la vedo diversamente. La televisione, i giornali, voi medici non fate altro che parlare di vita sana, attività fisica regolare, alimentazione equilibrata... come se la felicità di una persona si vedesse dalle sue analisi del sangue o da qualche altro esame clinico. Perchè il punto è proprio questo: come facciamo ad essere felici? La vita sana è importante, certo, ma non è sufficiente. Forse una persona felice e gratificata dalla vita si sentirà più "sana" di una persona apparentemente sana, perchè lo dicono solo gli esami clinici. Credo quindi che il concetto di salute debba essere rivisto, perchè così com'è non è altro che lo specchio di una società commerciale e capitalistica.

#2
Ex utente
Ex utente

Lei dott.ssa, per esempio, quando vede un suo paziente "sofferente" chiede mai "lei è felice?". Il mio medico non lo fa, si limita solo a chiedermi se faccio attività fisica regolarmente... e poi io esco dal suo studio portandomi dentro un vuoto interiore che nessuno pensa a sanare, perchè l'importante è che i livelli del mio colesterolo siano a posto. E credo che tanti pazienti vivano questa situazione, anche se pochi ne sono veramente consapevoli.

#3
Dr.ssa Marilde Viale
Dr.ssa Marilde Viale

Buon giorno,
il concetto di salute certo deve essere allargato anche alla sfera psicologica della persona e io personalmente chiedo a tutti i miei pazienti prima di iniziare la visita come stanno.
La parte psicologica però non è il mio lavoro in quanto esistono persone che hanno studiato per fare cio.
Io in quanto medico devo occuparmi del lato fisico del paziente con i mei strumenti e uno di questi sono proprio gli esami del sangue che sono lo specchio del benessere del corpo di quella persona e questo non è certo meno importante.
Lei porta l'esempio dei livelli del colesterolo: se il suo medico non tenesse conto anche di quelli l'eccesso di colesterolo potrebbe creare delle placche arteriosclerotiche, che potrebbero causare un restringimento del vaso e nel caso di occlusione necrosi del tessuto perfuso, e ancor peggio se la placca trombizzasse potrebbe causare un ictus o un infarto. Quello che tengo a sottolineare è che ogni tassello è importante.
Il consiglio che le posso dare è quello di aiutare il suo medico in modo che lui possa essere a conoscenza a pieno del suo stato di non completo benessere.
Cordiali saluti

#4
Utente 315XXX
Utente 315XXX

gentile dottore le scrivo da napoli stiamo girando da un medico all altro ho una sorella di circa di 50 anni da bimba era allergica alla polvere con i vaccini oggi sta bene..............2 anni fa al rientro delle vacanze la notte uscivano e escono ancora macchie rosa come punture di insetti senza prurito si gonfiano labbra mani dopo qualche ore dal risveglio sparisce tutto non assume medicinali tranne quello della pressione che è stato cambiato con cardura xckè dicono x soggetti allergici è l ideale questa cosa si manifesta solo di estate mi darebbe un suo prezioso consiglio e cosa potrebbe essere ci sembra impazzire i medici non riescono a dare indicazioni precise anche xckè come le dicevo a qualche ora del risvelio sparisce tutto la ringrazo conto sulla sua professionalità distinti saluti esposito lucia

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Scienza dell'alimentazione?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test