Utente 238XXX
Gentile dtt.,
mio figlio di 5 anni ha effettuato la procedura di vaccinazione per parietaria fino al flacone numero 3. Avrebbe dovuto iniziare con il flacone di mantenimento, ma non è stato possibile a causa di vari problemi. Essendo scaduto il periodo massimo di 4 settimane dall'ultima iniezione, volevo chiederle se è il caso di procedere comunque con l'iniezione del flacone di mantenimento o se sarebbe il caso di sospendere la cura. O in alternativa quale altra soluzione mi propone?
La ringrazio anticipatamente,
saluti

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella

40% attività
12% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
BOSCOREALE (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
…se l'interruzione non è stata causata da contingenze mediche del picclo (influenza, infezioni o altre terapie)direi che è il caso di continuare..magari somministrando piccole dosi (0,15-0,20 ml) piu' ravvicinate a distanza di 15 gg e poi riprendere la sequenza temporale iniziale.Questo è il periodo migliore per l'immunoterapia specifica per la parietaria. Cordiali saluti.
Dr. VALERIO LANGELLA

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Gentile Dr. Langella,
intanto la ringrazio per la gentilezza e la celere risposta.

Rileggendo il messaggio che ho scritto precedentemente, mi sono accorto di aver scritto un'inesattezza. La data dell'ultima iniezione è il 22/12/2011 e il richiamo successivo sarebbe dovuto essere il 26/01/2012 in base agli intervalli stabiliti dal mio medico. Ad oggi non è stato ancora iniettato, perché in attesa dell'arrivo del flacone. Quindi i giorni dall'ultima iniezione, ad oggi, sono 48 e non 4 settimane come avevo detto prima.
In questo caso, mi conferma quello che ha scritto nel precedente messaggio?
La ringrazio ancora,
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Valerio Langella

40% attività
12% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
BOSCOREALE (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
..si fondamentalmente vale cio'che Le ho già detto con le stesse modalita'. Io in verita' e a maggior ragione con questo freddo ai miei pazienti soprattutto pediatrici consiglio comunque in aggiunta qualche spray nasale o bronchiale o meglio ancora aerosolterapia almeno un paio di volte a settimana (non fanno male ed aiutano sia a controllare l'infiammazione che ad ottimizzare la somministrazione del vaccino). Al suo piccolo in attesa del vaccino soprattutto vale la pena tenerlo coperto con un po' di terapia. Cordiali saluti.
Dr. VALERIO LANGELLA