Utente cancellato
Salve MEDICITALIA.it,

vi contatto perchè da alcuni giorni ho del dolore al testicolo sinistro abbastanza fastidioso e avvertibile, ho un senso di pesantezza e di tensione. E' successo già altre volte, e poi tende a scomparire in giornata o dopo alcuni giorni.

Ho effettuato una visita dall'andrologo che poi mi mandato a farmi una visita da un'urologo con l'Eco-Doppler dove è risultato che ho il variococele al testicolo sx, e prima o poi dovrei fare una visita sullo sperma e se il risultato della visita dello sperma è buono si può anche aspettare, se invece non è buono è necessario valutare l'intervento.

L'eventuale problema dell'infertilità verrebbe risolto? e il dolore sparirebbe? che tipo di intervento viene fatto? qual'è quello meno invasivo e meno doloroso? o quello che permette di riprendere le attività più rapidamente?

Dato che con la mia nuova partner facciamo preliminari quasi tutti i giorni, ho notato che facendo preliminari quando provo dolore ben presto l'erezione sparisce perchè il dolore è abbastanza avvertibile e continuo. Ho pensato allora che forse dovrei aspettare che mi passi il dolore per riprendere a fare i preliminari. Ho letto su internet poi che un'integrazione di zinco e arginina potrebbe incrementare la quantità e la qualità dello sperma, è davvero così? ho letto anche che è consigliabile usare slip al posto dei boxer che io uso più frequentemente.

Che cosa mi consigliate? e ci sono rimedi per evitare di provare questo fastidioso e invadente dolore al testicolo sx? o almeno attenuarlo?

In attesa di una vostra risposta, vi porgo i miei saluti e vi ringrazio per l'ottimo servizio che offrite.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il varicocele colpisce il 15% dei maschi, in un terzo di costoro vi sono alterazioni spermatiche, che nel 70% dei cvasi vengono risolte da intervento. Gli interventi possibili sono un centinaio, per cui non mi è possibile illustrare tutto. Il dolore da varicocele risente definitivamente solo da chirurgia, metodi alternativi sono antiinfiammatori proteolitici o non steroidei a seconda di quello che si apprezza palpando le vene. Di qua non possiamo prescrivere farmaci, per ci senta il medico di base o il collega. Lasci stare integratori che servono a ben poco.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
228918

dal 2013
Salve,

Riguardo ai metodi alternativi -antiinfiammatori proteolitici o non steroidei- da lei consigliati, vorrei sapere se è meglio che assumo una compressa di Diclofenac oppure se posso usare una crema a base di Ketoprofene sotto forma di gel (Fastum 2,5% GEL) da spalmare sul testicolo sinistro per alleviare i dolori.

Sto comunque pensando ad un'eventuale intervento chirurgico, dato che lei ha detto che dopo si risolverebbe definitivamente il problema riguardante il dolore (che a me è molto invadente e fastidioso in alcuni giorni) e che nel 70% dei casi c'è la possibilità di migliorare la quantità e qualità degli spermatozooi, favorendo una maggiore possibilità di fare figli in futuro se avessi qualche problema nell'esame dello spermiogramma, che credo farò a breve.

In attesa di una vostra risposta vi porgo i miei saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Già detto non possiamo prescrivere farmaci eviti il fai da te. Per quanto riguarda il resto fa parte delle cose comuni che bisogna sapere prioma di chirurgia.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org