Secrezione biancastra

buon giorno da circa 5 mesi soffro di due disturbi a livello del pene, il primo è che durante l'erezione e la successiva masturbazione il mio pene inizia ad emanare un odore sgradevole come da pesce marcio ed allo stesso tempo con l'azione ripetuta nello scoprire il glande noto come se un primo strato di pelle dello stesso si stacchi. ma poi la identifico come un qualcosa di estraneo di colore biancastro e anch'esso con un odore decisamente sgradevole. ad oggi ho fatto molte analisi compresi vari tamponi a livello uretrale e tutti hanno dato risposte negative. non ho l'epatite, l'herpe, la gonorrea ecc ecc
chiedo a voi se è possibile che vi sia un infezione o un problema a livello dello sperma in quanto tale disturbo è molto accentuato i giorni successivi alla mia eiaculazione.
nell'attesa di alcune delucidazioni porgo i piu distinti saluti
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire l'eventuale causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna comunque, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo e con lui iniziare un percorso diagnostico preciso che prevede ecografia delle vie uro-seminali, valutazioni colturali sulle urine e soprattutto sul liquido seminale e poi alla fine si potrà rivalutare per bene ed in modo più preciso il suo reale problema clinico.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.le utente

dalle sue parole ".....il mio pene inizia ad emanare un odore sgradevole come da pesce marcio..........." sembrerebbe trattarsi di una infezione da Gardnerella, infatti nei casi di questa infezione il cattivo odore viene descritto come “odore di pesce”, molto più forte e intenso del normale, e lo si nota immediatamente.

La gardnerella viene in genere trasmessa all’uomo dalla propria partner sessuale ed il preservativo è in genere una precauzione sufficiente ad evitare il contagio, oltre ad alcune attenzioni igieniche come evitare lo scambio di asciugamani per l’igiene intima.

Il consiglio è di eseguire una spermiocultura con la ricerca dei germi comuni, Candida, Gardnerella, Tricomonas e i germi intracellulari (chlamidia ecc. ) e di procedere per una visita specialistica come già indicato anche dal dott. Beretta.

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Fatto il tutto poi ci aggiorni, se lo desidera.

Ancora cordiali saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
ringrazio di cuore i medici che hanno avuto il tempo di rispondermi, provvederò immediatamente ad eseguire tali esami. in seguito Vi darò risposta. Vi ringrazio ancora.
[#5]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Grazie per le gentili parole e se lo riterrà opportuno ci aggiorni sugli sviluppi futuri.

Ancora cordialità
[#6]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Mi associo ai ringraziamenti ed aspettiamo eventuali sue nuove.
[#7]
dopo
Utente
Utente
buon giorno dopo varie peripezie sono finito all'ospedale di padova dove ho eseguito la spermiocoltura e urocultura. entrambi gli esami hanno dato esito negativo. ora io chiedo se non vi sia un laboratorio dove portare un tampone della sostanza che mi ritorovo per far analizzare e capire.
ad oggi il sintomo rimane, invariato. scoprendo il glande lo ritrovo ricoperto della stessa sostanza e lo stesso odore.
chiedo un consiglio ormai non so piu che fare è un anno che il problema persiste e mi crea molti problemi anche in campo sessuale.
non sapendo cosa possa avere non faccio sesso, so che esistono i preservativi ma non sentendomi a mio agio e pulito non riesco con il timore di poter infettare qualche persona.
sto letteralmente impazzendo.

grazie
[#8]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.mo utente

ne parli con il suo specialista e faccia analizzare con un tampone la sostanza di cui parla sia microscopicamente che attraverso immunofluorescenza..

Ancora cordialità
[#9]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

faccia almeno una valutazione colturale su tampone che deve essere eseguito, con tutte le precauzioni del caso, sempre dal suo urologo.

Cordiali saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio