Un fortissimo bruciore nell'uretra dopo l'eiaculazione

Sono un ragazzo di 25 anni. A volte dopo aver bevuto alcolici in quantità superiore al normale (3/ bicchieri di vino ad esempio) provo un fortissimo bruciore nell'uretra dopo l'eiaculazione. Tale bruciore persiste per max un ora. Al che provo a bere molta acqua e ad avere così svariate minzioni. La prima magari è un pò dolorosa, ma con il tempo la situazione migliora e torna normale.
Cosa posso avere?
[#1]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
la sua sintomatologia potrebbe indicare infiammazioni del tratto urogenitale inferiore, che di norma vengono esacerebate dall' ingestione di alcoolici. Un cosnuslto da un collega della sua città, ce ne è di ottimi, chiarirà il problema. Per il momento di qua mi permetto di darle unicamente istruzioni generali: bere molta acqua, evitare alcoool, fumo, caffè, insaccatti e piccanti. Faccia sapere come vanno le cose se vuole.
[#2]
Dr. Edoardo Pescatori Urologo, Andrologo 4,6k 107 13
Gentile lettore,
sulla falsa riga di quanto correttamente scrittole dal Dott. Cavallini l'alcool può nel suo caso determinare vasodilatazione/congestione di prostata e/o vescicole seminali, che potrebbe spiegare la sintomatologia che ci descrive.

Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Sono andato dal medico di famiglia che mi ha prescritto un tampone e l'urinocultura.

Quest'ultima, già fatta, è negativa.

Può mica per caso essere il frutto di stress "fisico" per via della bicicletta che uso come principale mezzo di trasporto? Oppure magari per pratiche sessuali e masturbatorie troppo "stressanti" o "errate"??

Ritorno a breve dal medico
[#4]
Dr. Giuseppe Quarto Urologo, Andrologo 7k 172 12
caro utente come detto la sua sintomatologi potrebbe essere caustaa da un infiammazione della prostata, la quale può averere come con causa sia l'andare in bicicletta sia una attaività sessuale scorretta.
le prostatiti possono essere anche abatteriche percui gli esami possono essere anche negativi. Proprio per tale motivo è sempre consigliabile un consulto specialistico

Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#5]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
mi consenta di raccomadarle un consulto da un collega, senza troppe elucubrazioni, le lasci a noi: che le prostatiti posson esser rogne se trascurate.
[#6]
dopo
Utente
Utente
DOpo un mese ho fatto un urino cultura
PEr il mio medico non avevo nulla di specifico, si trattava secondo lui di un disturbo psicosomatico e ferma lì. Mi ha mandato per scrupolo dall'andrologo il quale mi ha prescritto una caterva di esami e un ciclo di una scatola di IPB Tre. Durante la cura ero un pò debilitato, ma i sintomi si sono praticamente azzerati, anche perchè ho eliso compèletamente alcool fumo e piccante.



Avrei anche un esame di tampone ma per l'andrologo se i risultati erano negativi non era necessario...

Lo posso sospendere? Grazie dell'aiuto.

Sono "guarito"??
[#7]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Caro lettore ,

si ricordi sempre che indicazioni così specifiche, come da lei chieste, non è possibile darle via e-mail.

Noi, da quello che ci invia, possiamo solo dirle che gli esiti colturali da lei inviati sono "tranquillizzanti" e non ci fanno pensare ad una infezione da microrganismi specifici .

Per terapie ed eventuali altre indagini da fare bisogna riconsultare il suo andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#8]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
a volte gli andrologi servono.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio