Utente
Salve, sono un ragazzo di 18 anni, ho bisogno di un chiarimento, oggi durante il rapporto con la mia lei, per colpa di un rapporto molto intenso con il finire nell'atto della iaculazione in maniera molto intensa facendo una masturbazione normale ho sentito una specie di scoppiettio nel frenulo con l'arrivo di una perdita di molto sangue causata dal emorragia del frenulo ho tamponato per un po' con molto fastidio causato dal dolore e poi ho sciacquato con acqua tiepida la zona, passate circa, 3 ore dall'accaduto perdo macchioline piccole piccole di sangue, me ne accorgo passandoci un pezzo di carta sulla zona.
Io ora non capisco se devo preoccuparmi perché praticamente vedo il frenulo una parte staccata e vedente nella cappella il filetto staccato però poi nella parte inferiore del frenulo ancora attaccato, io ho provveduto a disinfettare la ferita, ho letto su internet che bisogna farlo per almeno una settimana, però io non capisco, devo preoccuparmi?
È il caso che ne debba parlare con mio padre nonostante sia imbarazzante?
Oppure non è niente di preoccupante basta che disinfetti un po' la zona per un po' di tempo e si sistemerà tutto da solo??
Aggiungo nel dire che il pezzo del frenulo nella parte un po' più superiore è staccato ed è presente sulla cappella ed è un po' gonfio e viola, come se fosse un livido, è tutto normale?
Spero possiate aiutarmi e soprattutto calmare le mie ansie... attendo una risposta da voi esperti, grazie in anticipo buona continuazione

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La lacerazione spontanea del frenulo è un evento molto comune, considerata la assoluta superficialità della lesione la guarigione spontanea è la regola e si completa nel corso di una settimana, tempo entro il quale l’unico provvedimento veramente utile e non stimolare troppo la parte. Per il resto, la normale igiene locale è sufficiente e non vi è necessità di particolari disinfezioni, medicazioni ed applicazione di prodotti. Se dopo la guarigione, la parte dovesse continuare a darle fastidio in qualche modo, sarà opportuno che la situazione venga controllata direttamente da un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing