Trauma Pene - Piccolo consulto per esame

Buongiorno dottori, vi contatto per un piccolo consulto.


Poco tempo fa sono caduto dallo skateboard sulla sbarra di metallo di una ringhiera, colpendo proprio la sotto.


Mi reco dal medico, il quale mi effettua una veloce ecografia.


Essendo distratto da un suo discorso, mi dimentico di dire che il dolore è nella parte posteriore (intendo sotto) del membro, lui invece effettua l'ecografia sulla parete anteriore.


Non essendo esperto sono qui per chiedervi se, nonostante sia stato appoggiato dall'altra parte del pene, il macchinario sia in grado di visionare eventuali fibrosi anche dall'altro lato.
O dovevo specificare che il dolore fosse sotto e lui avrebbe dovuto posizionarlo sulla parete interessata?


Il dolore per fortuna sta passando, e lui non ha riscontrato fibrosi, però l'ha guardato dall'altro lato, è necessario che io effettui un'altra visita?


Vi ringrazio per il vostro tempo.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 40.4k 1.8k 19
I traumi gravi del pene, che comportano una frattura dei corpi cavernosi, si manifestano in modo inequivocabile, con rapida comparsa di importante gonfiore e soffusione emorragica ("melanzana"), non vi è certo bisogno dell'ecografia per rendersene conto. Se, fortunatamente, così non è avvenuto - come almeno parrebbe dalla sua descrizione - possiamo pensare ad un trauma minore, che a parte il dolore iniziale, è in genere destinato a risolversi abbastanza velocemente e senza complicazioni. D'altronde, una eventuale fibrosi cicatriziale ci impiegherebbe mesi ad instaurarsi e non sarebbe certamente rilevabile in modo così precoce. Le diremmo quindi di stare tranquillo e sottoporsi eventualmente tra qualche tempo ad una ecografia del pene, eseguita però da un radiologo, unico specialista autorizzato a refertare questo tipo di esami. Potrà seguire una eventuale valutazione urologica diretta.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it