Utente
Buongiorno a tutto lo staff! Dovendo l'anno prossimo fare una uretroplastica per stenosi peniena, il chirurgo farà il prelievo di mucosa buccale per riparare l'uretra danneggiata.
Faranno l'anestesia generale, intubandomi non dalla trachea ma dal naso, così dice il medico e credo che sia per lasciare la bocca libera.
Vorrei ora sapere per favore:
1) poiché sono emetofobico e al risveglio avrò i punti in bocca nella zona del prelievo, temo di vomitare al risveglio per via dell'anestesia, rischiando problemi alla bocca nel caso sputassi succo gastrico.
In questo caso, viene somministrato di routine un farmaco antivomito e antinausea prima del risveglio? Funziona bene?
2) quando mi toglieranno il tubo dal naso avrò coscienza e fastidio o sarò ancora "drogato"?
3) ammesso che (farmaco antivomito o meno) al risveglio stia bene, può capitare solo dopo alcune ore di avere problemi di vomito?
Mi rendo conto che l'ansia è sciocca, ma ho bisogno di sapere s riuscirò a fare un post operatorio decente, avendo già messo in conto i fastidi al pene.
Grazie davvero e auguri per festività il più possibile serene.

[#1]  
Dr. Roberto Chessa

16% attività
12% attualità
0% socialità
SASSARI (SS)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Buongiorno,
per quanto riguarda L’intubazione nasale penso che non ci sia nessun problema. Dovrà semplicemente indicare all’anestesista qual è la narice tramite la quale respira meglio. La nausea il vomito post operatorio possono essere evitati utilizzando una serie di farmaci che inibiscono tale reazione.Buona giornata
Dr. Roberto Chessa
Dottore di Ricerca Farmacologia
Specialista in Anestesia e Rianimazione
Terapia Antalgica, Ossigeno Ozono terapeuta

[#2] dopo  
Utente
Grazie, ma vorrei avere l'informazione che manca: si viene estubati già da svegli o ancora in sonnolenza, evitando disagio?

[#3]  
Dr. Alessandro Baccaro

20% attività
20% attualità
12% socialità
BISCEGLIE (BT)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Buongiorno caro utente. Dunque l’estubazione ultima fase dell’anestesia generale avviene con paziente sveglio ma analgesizzato nel senso che il paziente deve essere sveglio in grado soprattutto di respirare da solo ma ovviamente non in preda a dolori dovuto sia all’intervento chirurgico che ai devices utilizzato per rendere sicura la pratica anestesiologica. A questo proposito vengono anche utilizzato farmaci che eliminano o fortemente diminuiscono i dolori nonché eliminano la nausea ed il vomito postoperatorio.
Sperando di esserle stato utile la saluto cordialmente.
Dr. Baccaro Alessandro
Medico Chirurgo
Specialista in Anestesia e Rianimazione

[#4] dopo  
Utente
Dott.Baccaro grazie per la chiarezza. Ho una ultima perplessità, il farmaco antiemetico viene somministrato sempre, di routine, o attendono che il paziente ne abbia realmente bisogno? Perché In nel dubbio lo richiederei esplicitamente prima dell'intervento.

[#5]  
Dr. Alessandro Baccaro

20% attività
20% attualità
12% socialità
BISCEGLIE (BT)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Si figuri. Dunque i farmaci per la PONV (nausea e vomito post operatorio) si programmano di routine dopo una anestesia generale. Fanno parte del corredo farmacologico che tutti noi anestesisti utilizziamo in fase perioperatoria cioè durante l’intervento ma anche e soprattutto nella fase post operatoria. Quindi sono certo che anche in questo caso verranno utilizzati a maggior ragione in virtù del fatto che comunque è un intervento chirurgico che riguarda anche le prime vie aeree in questo caso il cavo orale dovendo fare un prelievo di tessuto. Se ha ancora dubbi non abbia remore a ricontattarmi e se vuole può valutare la mia risposta con i mezzi a disposizione della piattaforma e ponendo una recensione al mio profilo. In bocca al lupo e buone feste
Dr. Baccaro Alessandro
Medico Chirurgo
Specialista in Anestesia e Rianimazione

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille non solo per la chiarezza ma per aver risposto sotto le festività. Buon 2021