Utente 365XXX
Buongiorno , sono un ragazzo Di 22 anni, a solo 11 giorni di vita sono stato operato di coartazione aortica , da allora eseguo ogni 6 mesi controlli , fino a 2 anni fa prendevo betabloccanti per una leggera ipertensione , poi mi hanno sospeso la terapia perché non ne ho bisogno , oggi la pressione si è stabilizzata su 140/70. Da due anni faccio abitualmente ginnastica a casa con i pesi ; nei prossimi mesi dovrò essere operato nuovamente purtroppo non con angioplastica ma "aprendo" sul fianco e innestando la protesi in teflon . La mia domanda è: dall'operazione , che è decisamente invasiva , dopo quanto tempo potrei riprendere l'attività fisica , so che questa è una decisione che spetterà al mio cardiochirurgo , ma vorrei sapere in media quali sono i tempi di recupero.
Grazie , buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato

44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Perché deve essere rioperato? Quanto ha di gradiente? Ha disturbi clinici rilevanti?
GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino

[#2] dopo  
Utente 365XXX

All'ultimo controllo eseguito a novembre 2014 il gradiente era di 50mm ; disturbi clinici non ne ho , solo una leggera ipertensione (140/70)

[#3] dopo  
Utente 365XXX

L'operazione l'ho richiesta per poter fare attività fisica in totale sicurezza

[#4] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato

44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
La presenza di gradiente è stata valutata con cateterismo o con ecografia?
GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino

[#5] dopo  
Utente 365XXX

Ecografia

[#6] dopo  
Utente 365XXX

Ritornando alla mia domanda iniziale , dopo una operazione del genere dopo quanto tempo in genere di può riprendere l'attività fisica ?

[#7] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato

44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
L'intervento in toracotomia è piuttosto invasivo e richiede sicuramente un periodo di convalescenza di almeno un mese e mezzo. Relativamente all'indicazione credo che il solo esame ecocardiografico non basti per poter definire il grado di severità della coartazione.
GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino

[#8] dopo  
Utente 365XXX

Sono quasi sicuro , se ben ricordo ,che prima di svolgere l'intervento si è già deciso infatti di effettuare prima un cateterismo . Per quanto riguarda l'intervento il mio cardiochirurgo mi ha detto Che non aprirà lo sterno ma sul fianco , così come mi hanno fatto da neonato. Per quanto riguarda la convalescenza mi ha dato una bella notizia , perché ero convinto che prima dei 5/6 mesi non avrei potuto riprendere tutte le attività sportive .
Grazie , buon lavoro.