Dolore toracico di sospetta causa cardiovascolare

Partecipa al sondaggio
Buongiorno.
Sono un ragazzo di 22 anni, normopeso e non fumatore, senza patologie croniche.

Tutto parte dal maggio del 2021 quando risulto positivo all'infezione da covid19; durante il periodo di infezione mi sono recato in ps per forte tachicardia (sopra 130/140) e fortissimo dolore toracico.

Riporto conclusione diagnostica dei referti 2021: dopo covid-19 insorgenza di precordialgie oppressive e tachicardia talora da sforzo protratte.
Ematici negativi (specie DDdimero e troponina), ecg tachicardia sinusale con diffuse anomalie di ST.
Dopo questi due accessi in ps mi sottopongo ad esami strumentali.
L'ecg sottosforzo effettuato nel 2022 risulta negativo per angor e negativo per alterazioni della ripolarizzazione ventricolare indicative di insufficienza coronarica, nessune aritmie.
A livello ecocardiografico tutto è negativo FE sopra il 60%, morfologicamente atri, ventricoli, apparato valvolare aorta e arco aortico vanno tutti bene così come la cinetica segmentaria.
L'holter cardiaco negativo per aritmie o modificazioni diagnostiche tratto ST-T.
A distanza di qualche anno, il dolore toracico alcune volte si è ripresentato ma con intensità mai paragonabile a quando mi recai in ps le prime volte nel maggio del 2021.
Il mese scorso dopo essere rientrato a casa e dopo essermi riposato avverto dolore epigastrico fortissimo tanto da non riuscire quasi a camminare che si irradia al centro della schiena ma non sulle braccia/mandibola il quale è ancora più accentuato agli atti respiratori/colpi di tosse.
effettuo accesso in pronto soccorso dove vengo valutato vengo dimesso in quanto a livello ecocardiografico e a livello degli ematochimici (d-dimero e troponina) tutto è negativo.
Effettuo seconda prova da sforzo a maggio 24 la quale riporta seguente conclusione:
ECG basale: conduzione atrioventricolare e intraventricolare nei limiti, onda T piatta/lievemente negativa in V5-V6 e nelle derivazioni inferiori (reperto noto e presente anche in altri ECG precedenti).
Pressione arteriosa basale: 135/80 mmHg
ECG al picco (carico di 150w): ritmo sinusale FC 176bpm sottoslivellamento ascendente del tratto ST in V5-V6 e nelle derivazioni inferiori (risposta ECG equivoca, verosimilmente legata alla ripolarizzazione atriale) pressione al picco 180/80 mmHg
Ecg al 3 minuto di riposo: ritmo sinusale 130bpm, non significative modifiche ST-T pressione 150/70
Test condotto al raggiungimento del 88% frequenza cardiaca massima teorica e sospeso per esaurimento funzionale.

Tempo esercizio: 6 minuti e 4 secondi.
Doppio prodotto: 31680 (>25000 pertanto adeguato per valutare riserva coronarica).
Normale recupero frequenza cardiaca al 1 e 2 minuto, normale recupero pressione arteriosa.
Non aritmie durante test.
CONCLUSIONI: al carico di lavoro e frequenza cardiaca raggiunti non sintomi ne chiari segni di ECG di ridotta riserva coronarica.
Sulla base di queste conclusioni come mi devo muovere?
Mi devo preoccupare per queste alterazioni aspecifiche del tratto ST-T?

grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 110.3k 3.7k 6
Lei pare non avere niente di cardiologico
Indaghoi stomaco ed esofago, se vuole...

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno,
la ringrazio per la gentile risposta tempestiva.
Non ho mai sofferto di reflusso gastroesofageo tanto meno in questo periodo.
Secondo il suo parere a cosa sono dovute le alterazioni delle onde T? Qualcosa di aspecifico?
Alla luce dell'attuale quadro clinico posso stare tranquillo o mi consiglia eventualmente di procedere con seconda visita dallo specialista?
La ringrazio
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 110.3k 3.7k 6
Come faccio,ad esprimermi su un tracciato che non vedo?

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
Utente
Utente
Purtroppo mi è impossibile allegare foto al testo su questa piattaforma.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 110.3k 3.7k 6
Se vuole puo' inviare il tracciato in questione alla mia mail privata, facendo pero' riferimento a questo post affinché io possa capire
cecchinicuore@gmail.com

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
Utente
Utente
D'accordo, la ringrazio moltissimo per la disponibilità.