E' possibile che il cuore si fermi un attimo e poi riparta?

Salve, sono un ragazzo di 24 anni e nell'ultimo mese la sera quando vado a dormire mi prendono tipo "spaventi" che cercherò di spiegarvi. In pratica come quando si prende uno spavento si ha la sensazione che il cuore si fermi e di rimorso mi succede lo stesso ma senza che ci siano rumori o cose che mi fanno spaventare. Visto mi sento anche ogni tanto qualche battito strano ieri sera ho deciso mentre ero sdraiato di sentirmi i battiti con le due dita nel collo e praticamente tutto regolare finche è come se un attimo il cuore si ferma e salta un battito e poi riparte ed è proprio li che mi prende lo "spavento" con il rimorso. Ci sono stato una buona mezzora e tutte le volte che mi ci ha fatto è stato sempre in concomitanza con un battito mancato. Ora la mia domanda è se sia possibile che il cuore si fermi e poi riparta oppure è solo una mia sensazione e quaesto mi fa prendere lo spavento? Anche perchè mi succede solo la sera quando sono nel letto o comunque è solo li che me ne accorgo. E' anche vero che è un periodo di forte stress e penso a quello visto che durante il giorno facendo il muratore lavoro molto pesantemente quindi penso che se avessi avuto problemi di cuore non avrei potuto farlo o sbaglio? Sono molto preoccupato oggi ne parlerò con il mio medico però intanto come vi ho detto prima volevo solo sapere se è possibile questa cosa o se è solo una mia sensazione. Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
Gentile Signore,
si tratta con ogni probabilità di isolate extrasistoli, cioè dei battiti un po' anticipati che vengono seguiti da una pausa (detta compensatoria) che serve a riprendere il regolare ritmo, in altre parole come se il battito anticipato non si fosse verificato.
Questi episodi, per qunto spiacevoli e fastidiosi, sono sostanzialmente innocui e non provocano alcuna conseguenza sul normale funzionamento dell'apparato cardiocircolatorio.
Il fatto poi che nel Suo caso l'insorgenza è prevalentemente serale ed in posizione supina, suggerisce una origine gastro-esofagea del disturbo (reflusso?). Ne parli con il Suo medico.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della tempestiva e cordiale risposta, sono stato dal mio medico che mi ha prescritto un ecg dinamico holter. Riguardo al reflusso ho fatto una gastroscopia qualche mese fa per continui dolori e gonfiore di stomaco e esofagite ed è risultato tutto normale apparte "erosione del fondo gastrico" che mi sembra sia gastrite. Vuole dire che può dipendere da quest'ultima l'extrasistole?
[#3]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
E' senz'altro possibile che lo stato infiammatorio dello stomaco, specie se accompagnato da gonfiore, agevoli l'insorgenza di extrasistoli.
Ripeto però che non vi è nulla da preoccuparsi riguardo il buon funzionamento del cuore!
Cordiali saluti

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test