Utente 475XXX
Salve, mio padre ha una coronaropatia evolutiva data dalla familiarità. Ha avuto il primo infarto nel 2008 con posizionamento di due Stent. In questi 10 anni non ha avuto alcun sintomo di una graduale occlusione delle coronarie. Giorno 03/01/2018 ha avuto un secondo infarto dovuto da una restenosi del primo Stent. Dalla coronarografia è emerso che la malattia si è evoluta e ha altre stenosi delle coronarie. Una stenosi è dell'80% e hanno programmato un'altra coronarografia fra due mesi. Come posso tenere sotto controllo l'evoluzione delle stenosi? Con quali esami? Lui fa già ogni anno esame da sforzo con ecg ma non ci serve per controllare la situazione.
Grazie mille, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L'evoluzione puo' essere contrastata (non eliminata) dalla correzione dei fattori di rischio che ormai tutti sanno:
- ridurre il colesterolo totale e mantenere LDL al di sotto di 100 mg/dl con farmaci
- ridurre il peso se necessario
- terapia faramcologica (antiaggreganti, acidi grassi omega 3, ACE inibitori, etc...)
- camminare molto
- stare lontano dal fumo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza