Utente 304XXX
Buongiorno, l'altro ieri mi trovavo al centro commerciale, in piedi e fermo, con un amico quando ho avvertito un movimento intestinale come se avessi l'urgenza di andare in bagno (simile alla sensazione che si ha quando non si digerisce e si ha diarrea), il tempo di dire "devo andare in bagno" e ho perso le forze e sono caduto a terra, anche se nel momento in cui sono caduto ero già "sveglio", tant'è che pur avendo sbattuto la testa a terra (non mi sono fatto nulla), sono riuscito a evitare di sbatterla forte (infatti non ho bernoccolo). Poi, nel giro di qualche secondo, mi sono rialzato da solo (so che non andrebbe fatto, ma è stata la prima volta che sono svenuto) e stavo già bene, anche se poi mi hanno fatto sedere su una sedia e mi hanno portato acqua e zucchero. Ho sudato freddo per qualche minuto, a parte questo nessun dolore. Pur essendomi ripreso subito, sono andato in guardia medica, dove mi hanno rassicurato dicendomi che era una banale sincope vasovagale, oppure una lipotimia (visto che non è chiaro se ho perso i sensi o meno, essendo durato il tutto pochi secondi), magari scatenata da una gastroenterite (visto che il tutto è partito dal movimento intestinale, e visto anche che mia madre l'ha avuta proprio questa settimana). Pressione e battiti più alti del normale, ma hanno detto che era una conseguenza dell'agitazione. A cena sono stato leggero, anche se avrei avuto fame normalmente. La notte successiva ho avuto lo stomaco in subbuglio, ma senza dolori né necessità di andare in bagno. Il giorno dopo, cioè ieri, tutto ok (a parte l'ansia, ora svanita). Secondo voi ha senso come diagnosi? Possibile che una gastroenterite non dia altri sintomi (vomito, diarrea, febbre?) ma che mi faccia svenire così dal nulla? Tra l'altro io non ho l'influenza da 15 anni e non ho mai avuto problemi di salute in vita mia. Vi sentite di escludere categoricamente problemi più gravi, cardiaci e neurologici? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Da cio' che lei riporta pare che lei abbia presentato una banale crisi vagale esacerbata dal problema intestinale.
Molto frequente

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 304XXX

Grazie per la risposta. Cosa differenzia uno svenimento per crisi vasovagale da uno per motivi più seri? Inoltre come posso sapere se la crisi vasovagale è stata scatenata dal problema intestinale e non da altro, così da evitare di averne in futuro?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non puo' chiedere un trattato di fisiopatologia cardiaca.
Sappia che in soggetti predisposti un dolore intenso, cosi' come la vista del sangue eta, provoca una riduzio repentina della frequenza cardiaca, o della pressione arteriosa o di entrambi.

Non c'e' terapia, ma solo il suggerimento di sdariarsi appena comparissero i primi sintomi

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 304XXX

Ma se lo svenimento fosse stato causato da problemi più seri, come cardiaci e neurologici, avrei avuto altri sintomi e altre conseguenze, giusto?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
certamente.
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza