Utente
Buonasera,
Mi rivolgo ai gentili medici per un parere sul mio problema, martedì scorso ho avuto un'influenza intestinale con vomito, diarrea e febbre durata tre giorni dopo i quali mi ero abbastanza ripresa fino a venerdì mattina quando mi accorgo di aver avuto in aticipo di 10 giorni il ciclo mestruale e iniziano i primi sintomi di forte debolezza.
Sabato sera sembro stare meglio infatti decido di andare a cena fuori, però appena dopo il primo accompagnato da un sorso di vino (non sono abituata a bere) sento una forte scossa alla testa, inizio a sudare freddo e a perdere contatto con la realtà, l'udito si abbassa e mi sembra di essere sul punto di svenire.
Per il resto della cena finchè non torno a casa e mi sdraio continuo ad avvertire questo quasi svenimento, controllo frequentemente il polso nei momenti peggiori e il cuore batteva regolarmente.
A casa la pressione era sui 100/50.
La domenica mattina mi sento meglio e decido di fare una passeggiata e di nuovo ricominciano queste sensazioni a cui si aggiungono passo traballante, dolore acuto al centro del petto e sudo più abbondantemente.
Torno a casa e di nuovo con il riposo mi sento meglio anche se alzandomi in piedi mi sento sempre sul punto di cadere e avverto fastidio al centro del petto, misuro la pressione di nuovo e risulta 105/80.
Da buona ansiosa, mi chiedo se questi quasi svenimenti che ho ormai da sabato e soprattutto il dolore al petto siano uno strascico dell'influenza o se il cuore possa entrarci qualcosa.
Sono sintomi che possono associarsi a una miocardite/pericardite?
Non ho particolari problemi di salute, ho sporadicamente delle extrasistoli risultate benigne.

Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei aveva i seguenti motivi per svenire:
- influenza
- ciclo mestruale

In piu anche un po' di vino l'ha vasodilatata.
Niente di particolare

arrivederci
-
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta. Torno a scriverle perchè in questi giorni nonostante abbia mangiato molta carne, frutta, lenticchie,preso un integratore di sali minerali e bevuto molta acqua ancora avverto un forte senso di debolezza, sudorazione, sbandamenti e capogiri tanto che non mi fido ad usare l'auto per uscire di casa. Il ciclo mestruale è ormai finito, e anche a livello di stomaco sembra essere tornato tutto alla normalità. Mi chiedo che cosa altro devo fare per cercare di migliorare la situazione, mi affido ad un suo consiglio.
La ringrazio di nuovo, buona giornata

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Chieda al suo medico di farle eseguire gli esami ematiochimici di routine

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dott. Cecchini,
Mi scuso se torno a rivolgermi a lei per una questione non cardiologica ma non saprei al momento chi consultare. Come da lei suggerito dopo qualche giorno di capogiri, sbandamenti e confusione generale alla testa, sono andata dal medico di famiglia che però ha liquidato la questione come un disturbo di stomaco dovuto al virus intestinale e non mi ha segnato le analisi. Nella notte tra sabato e domenica però faccio fatica a dormire per un forte mal di testa alle tempie e agli occhi ( solo se li spostavo di lato) e anche il collo mi faceva male nel girarlo. La mattina mi sveglio con i brividi e la febbre a 38. Prendo una tachipirina 1000 e nel giro di poco scompaiono tutti i sintomi (sbandamenti e capogiri compresi) ma sudo abbondantemente. La sera la temperatura ritorna a 37.6 e prendo di nuovo la tachipirina. Lunedì mattina mi reco dal medico e ancora una volta niente analisi ma mi dice di prendere augmentin per una settimana. Inizio la cura ma da lunedì la febbre si alza e abbassa di continuo appena passano 6-7 ore dall'assunzione dell'antibiotico, o in alcuni casi, di sera, resta anche fissa sui 37,8 a meno che non riprenda la tachipirina. Non so a questo punto che pensare visto che sono due settimane che ho questi sintomi a cui ora si è aggiunta la febbre. Può essere un semplice virus? L'antibiotico come non può fare effetto?
Mi scuso ancora per il disturbo, ma l'altra scelta che avrei è di andare al pronto soccorso, ma se possibile vorrei evitare.
La ringrazio di nuovo
Cordialmente

[#5] dopo  
Utente
Scusi dimenticavo che non ho mal di gola, nè raffreddore, solo domenica ne avevo un leggero accenno. Anche per questo mi sembra una febbre strana.
Cordialmente

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non si va in PS per sciocchezze del genere.
Ha un po' di febbre legata probabilmente ad una virosi per cui l antibiotico non solo non serve a niente ma le induce resistenza batterica.
stia a riposo e beva molta acqua .

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza