Utente 919XXX
Buonasera
ho 35 anni alta 1,70 peso 56 kg
da un anno a periodi alterni, ho fitte al petto e sento anche il bisogno di inspirare profondamente come se mi mancasse l'aria, il mio medico di base dice che soffro di gastrite e di reflusso, quando inspiro ho fitte al petto, a volte ho fitte al cuore o al centro del petto e mi spaventano tantissimo, mi sembra di notare che quando devo andare al bagno questo fenomeno si intensifichi, sono stata dal cardiologo a febbraio 2017 mi ha fatto una bella visita compresa ecografia al cuore, a parte un lieve soffietto (che non sapevo di avere) e che definisce benigno dice che sono sanissima, mi ha prescritto analisi comprensive di ves, pcr ect ect e sono perfette mi ha segnato solo pantorc ipotizza anche lui problemi di stomaco ed ansia. Interrompo Pantorc perchè inizio a fare feci gialle e non formate, e prendo gaviscon suggerito dal medico di famiglia ed anche enterelle. A maggio 2017 finalmente tutto finisce e passo un'estate tranquilla,ad ottobre 2017 si ricomincia, rifaccio analisi che sono perfette, inizio ad avere fitte anche al fianco destro e resto bloccata con la schiena dalle fitte, faccio ecografia completa addome, ed è tutto perfetto, il medico dice che ho molta aria nello stomaco (nonostante il carbone vegetale preso prima dell'esame) a dicembre tutto torna normale ed inizio a mangiare normalmente. Adesso il tutto è iniziato di nuovo con queste fitte al cuore e al centro del petto,che fanno davvero paura e che sono invalidanti, ho il pensiero fisso che possa venirmi un infarto. Chiedo se posso star tranquilla sul cuore o se devo approfondire o andare da un altro cardiologo, premesso che ho fatto anche analisi per vedere se ho reumatismi ed anche quelle tutto ok, soffro di ipotiroidismo ma la tiroide è sotto controllo, l'unica variante è che 4 mesi fa ho interrotto la pilla anticoncezionale dopo 13 anni di assunzione e non vorrei possa sballare qualcosa, a tal proposito sabato farò le analisi comprese quelle ormonali, sono terrorizzata perchè le fitte sono brutte da sentire, attendo un Vs cortese riscontro

cordiali saluti

Aurora

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Salve.
I dolori trafittivi NON sono mai di origime cardiaca.
Non deve cambiare cardiologo.
Deve solo tranquillizzarsi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 919XXX

Grazie mille Dottore

cordiali saluti Aurora