Utente 492XXX
Buongiorno, premetto che ho 42 anni e da sempre pratico sport (prima calcio e negli ultimi 10 anni tennis) a livello agonistico ed ogni anno ho fatto la visita sportiva e periodicamente anche visita cardiologica con ECG ed ecocardio (la piu' recente marzo 2018); l'esito di quest'ultima è positivo, solo la presenza di un piccolo soffio, il fatto che ho un cuore grosso (dovuto al fatto che pratico sport) ed una lieve ridondanza dei lembi mitralici. Per il resto mai avuto problemi , dolori o altro da segnalare, ho sofferto e tutt'ora a volte mi capita di crisi di panico (ed anche un po' ipocondriaco, diciamo che mi tengo molto controllato in generale); ed anche le visite sportive sempre ok.

Quest' anno , dopo aver fatto la visita cardiologica ed ecocardio, a maggio ho eseguito appunto la visita sportiva presso un centro nuovo (in cui non ero mai stato),effettuanto il test sotto sforzo con la bici ed intanto il dottore mi chiedeva alcune cose per conoscere un po la mia situazione cardiologica. A fine esame non mi ha rilasciato l'idoneita' perche' ha notato nel tracciato quanto segue: ONDA T ISODISFASICA IN V2 V3 CON TRATTO ST CHE SI SOTTOSLIVELLA DI CIRCA 2MM DURANTE LO SFORZO; di conseguenza, mi sono un attimo "spaventato" e quindi non ha saputo motivarmi realmente il perche' di questa anomalia cosi mi ha "consigliato" di fare un ECOSTRESS FARMACOLOGICO giusto per essere sicuri e darmi il certificato (io ho chiesto anche altri pareri visto che non ho mai avuto nessun tipo di problematiche)

Quest'anomalia potrebbe essere una flessione dovuta al poco allenamento di questo periodo? Potrebbe dipendere dal fatto che i 4 gg precedenti ho giocato un 4 partite consecutive molto faticose e magari ha influito sul tracciato? L'ecostress farmacologico , essendo io abbastanza ansioso, è un esame cmq poco invasivo? Attendo vs gentile parere ed eventualmente posso farle avere dati precisi delle mie ultime visite.


Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
l ecostress non è invasivo, cosi come la,scintigrafia miocardica ...entrambe le metodiche sono indicate ad escludere il sospetto di ischemia miocardica che evidentemente il cardiologo che le ha eseguito l Ecg sotto sforzo ha avuto

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Buongiorno, la ringrazio per la tempestiva risposta. Ma volevo sapere, secondo il suo parere, dopo averle fatto il quadro clinico se devo preoccuparmi oppure no..(e sono le due domande fatte nel mio messaggio precedente). Di seguito le indico qualche dato delle visite:

ECG PA 120/80
bradicardia sinusale a 54 b.mn. , no aritmie, no anomalie ripolarizzazione

ECO radice aortica a 36mm, AS 40mm VS nei limiti
dd 54mm , cinetica parietale regolare FE > 60% ,
ridondanza dei lembi mitralici, al color doppler lieve rigurgito mitralico e tricuspidalico con PAPS a 26mm.hg.

Reperti ECO immodificati dal 2007 (data dell'ultima visita cardiologica).

VISITA SPORTIVA:
Pre esercizio 1:36 FC bpm 59 120/80 DP/100 70
METS 1.4 J+X 60ms V5 mm 1.80

Picco 8:59 FC bpm 154 150/75 DP/100 231
METS 11.2 Carico watt 200
V5 mm -0,25

Fine prova FC bpm 117 120/70 DP/100 140
METS 2.6 Carico watt 25 V5 mm 0,65


Come le ripeto, essendo un po' ansioso vorrei restare tranquillo ..Attendo sua risposta

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Stara' tranquillo dopo gli esami che le hanno prescritto.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 492XXX

Be questo lo so benissimo che saro' tranquillo al 100% dopo l'ecostress, pero' anche leggendo sue alcune risposte verso altri utenti sullo stesso argomento, pensavo di avere qualche interpretazione differente in quanto ho fornito dati precisi delle visite e la mia situazione generale....Tra l'altro in un'altra discussione (con una situazione piu' o meno simile alla mia), avevo letto che lei scriveva che il sottoslivellamento del tratto ST è abbastanza tipico di chi fa sport agonistico.......

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ogni sottoslivellamento in corso di test da sforzo va accuratamente indagato.
A volte e' privo di significato ma bisogna accertarsene.

la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 492XXX

La ringrazio per le tempestive risposte, domani andro' dal mio cardiologo di fiducia per chiedere ulteriori delucidazioni ,anche perche' il sottoslivellamento ST di circa 2mm si verifica nei tratti V2 e V3 solamente sotto sforzo e non a riposo.... Ho letto che a volte ci possono essere anche cause fisiologiche oppure vorrei capire i 4 gg precedenti di enorme fatica agonistica possono aver influito sul tracciato.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi il dubbio è che lei abbia un problema coronarico
Quindi prima risolve il dubbio e meglio è per lei

Cordialità
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 492XXX

Diciamo che nn è propriamente visto che in un sottolivellamento ci sono tantissime variabili che possono influire sul test da sforzo. In molti casi si può trattare di un fatto episodico. Cmq, l ecostress scioglierà qualsiasi opinione. Soprattutto considerando la mia situazione e i controlli che ho sempre effettuato...

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Quindi se ' convinto di questo e' inutile che chieda un consiglio a me

cordialmente

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 492XXX

Non lo dico io, mi è stato detto dalla persona che mi ha fatto la visita sportiva.

Grazie.

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente un sottoslivellamento in corso di prova da sforzo in un maschio di mezza eta' va sempre guardato con sospetto, specie se, come lei, pratica attivita' sportiva intensa.

Per questo motivo, oculatamente, per il momento non le hanno rilasciato la idoneita' che io spero possa invece avere dopo il test provocativo.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza