Utente
salve, Ho 39 anni, purtroppo devo operarmi di ernia cervicale. E' x tale motivo ho effettuato ecocardio-color doppler. Dove mi è stato riscontrato: Situs solitus in levocardia. Aneurisma della fossa ovale.Piccolo shunt Sn-DX. Minimo rigurgito mitralico. Atrio e ventricolo dx e sn nella norma x morfologia e funzione. desideravo sapere se a causa dell intervento posso rischiare l'endocardite. E se con un ecocardio così debba preoccuparmi? Grazie tante..

[#1]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la lieve anomalia riscontrata, rientra ancora tra quelle "parafisiologiche", ossia sebbene lei presenti un'alterata anatomia del cuore, tale difetto non ha dato luogo, nè per forza in futuro potrà darlo, a particolari disturbi della funzionalità cardiaca. Tale rilievo ecocardiografico è comunque meritevole di un controllo ecocardiografico almeno ogni due-tre anni.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente
grazie x la celere risposta. Ma vorrei avere un suo parere..riguardo al'uso della cardiospirina(dose minima). Alcuni suoi colleghi mi consigliano vivamente di prenderla altri sono contrari. Non so proprio ke devo fare. Vi prego di aiutarmi in questa contrastata decisione..

[#3]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, sebbene vi sia una accesa diatriba tra l'uso o meno della cardioaspirina nei casi di pervietà del foramen ovale, ciò comunque non dovrebbe interessarla visto che la sua patologia (lievissima) si accompagna ad un piccolo shunt sin-dx e quindi a bassissimo se non nullo rischio tromboembolico.
Stia tranquilla.Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO