Utente
Buongiorno, a mio figlio di 16 anni è stata negata idoneità agonistica, poichè dopo ECG da sforzo risultava: Presenza di alcuni BEV dimorfi e isolati e di alcuni BESV isolati nel recupero.
ECG a riposo: Ritmo sinusale, FC 57, Asse Equilibrato, PR 0, 18 QT 0, 38 QTc 0, 37.
Dopo ECG Dinamico Holter: Frequenza (bpm) Max 181-Min 41-Media 81-BAV No.
Aritmie Ventricolari:N Tot Battiti 1182- N Singoli 118- N Coppie 1- N Tachicardie 0.
Aritmie Sopraventricolari: N Tot Battiti 10- N Singoli 6- N Coppie 2- N Tachicardie 0- Conclusioni: L'analisi automatica e la scansione manuale mostrano la presenza di ritmo sinusale a frequenza cardiaca media di 75 bpm, con fisiologiche variazioni in rapporto all'attività segnalata ed a riposo.
Assenza di pause di significato patologico (R-R max 1600 ms).
FC compresa tra 41 bpm durante il riposo notturno e 181 bpm durante allenamento.
Rari batti ectopici sopraventricolari isolati.
2 coppie sopraventricolari.
Frequenti battiti ectopici ventricolari isolati, polimorfi, non precoci (BBSX asse inferiore morfologia prevalente), BBDX (asse superiore ed inferiore), presenti prevalentemente durante attività sportiva (Dalle ore 14.55 alle 16.00 e dalle 17.00 alle 17.50).
Una coppia ventricolare polimorfa durante attività sportiva (RR min 360 ms).
Si nota scomparsa dell'ectopia ventricolare durante le ore notturne.
Assenza di disturbi della conduzione A-V e di anomalie significative della ripolarizzazione ventricolare.
Assenza di sintomatologia soggettiva durante l'intera durata della registrazione.

Dopo RMN Cuore: Entrambi i ventricoli di dimensione endocavitarie nei limiti se rapportati per la superficie corporea ma con spessori parietali del ventricolo sinistro non aumentati contestualmente; la funzione sistolica bi-ventricolare è preservata senza alterazioni della cinetica distrettuale e con buoni valori di gittata sistolica.
Non edema miocardico.
Presenta aree LGE non-ischemica subepicardica coinvolgente più segmenti.
Tali reperti non sono di univoca interpretazione poichè non raggiungono criteri definiti per cardiomiopatia da un punto di vista esclusivamente di imaging e devono, pertanto, essere valutati nel contesto clinico-anamnestico.
Gentilmente, potrei sapere cosa pensate in merito?
Ulteriori indagini da fare?
PS Mio figlio 16 anni- altezza 193cm- peso 73Kg.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare che i due esami siano stati eseguiti molto correttamente.
SUo figlio ha della artimie ventricolari di per se' banali ma che paiono incrementare con lo sforzo ed e' per questo che gli hanno negato l'idoneita' allo sport agonostico (anche se non so quale).
Detto questo deve seguire un regime di vita ssolutamente normale, senza particolari preoccupazioni

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio innanzitutto per la celerità nella risposta, ed il fatto che possa condurre una vita normale è la cosa più importante.
Comunque volevo chiederle se praticare il Basket a livello agonistico, nella sua situazione, sia una cosa del tutto impossibile oppure ci sono delle possibilità?
I dati che le ho riportato risultano essere esaustivi per avere una risposta oppure c'è bisogno di ulteriori indagini per avere un quadro più completo?
Una eventuale impossibilità a continuare l'attività sportiva agonistica, implicherebbe un contraccolpo psicologico che secondo me dovrebbe essere seguito altrettanto seriamente, vista anche l'età di mio figlio.
Nel ringraziarla anticipatamente per la risposta che vorrà fornirmi, le auguro buon lavoro.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Nessuno le dara' mai la certificazione per l'agonismo, perche' presenta aritmie da sforzo.

Quindi occorre che il ragazzo trovi altre cose da fare che gli rendano la vita piacevole

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi Dottore, anche se le aritmie non sono legate a patologie cardiache?
Ed eventualmente le aritmie possono essere curate tramite ad esempio ablazione?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Un numero così esiguo di aritmie ventricolari non necessitano certo di ablazione
Ma i
Medici dello sport ovviamente si tutelano dal punto vista medico
Legale

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, devo innanzitutto congratularmi ancora una volta per la celerità nella risposta. Quindi, se ho ben capito si tratta più di una forma di tutela che di una situazione grave senza rimedi? Premetto che attualmente mio figlio è posto in stand by dall'Accademia dove con tanto sacrificio è riuscito ad approdare (ha lasciato tutto e tutti per trasferirsi fuori regione) in attesa dell'idoneita'. Cosa mi consiglia di fare/tentare per ottenere l'idoneità agonistica ma essendo nello stesso tempo, come genitore, tranquillo nell'eventuale prosieguo della sua carriera? Penso come padre debba tentarle tutte prima di arrendermi ad una amara verità. Grazie.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
guardi io ho sei figli nessuno dei quali fa sport agonistico e sono perfettamente felici


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza