Utente
Buongiorno,
Volevo sottoporre alla vostra cortese attenzione un quesito che ultimamente mi sta facendo vivere una irrequietezza fuori dal normale.

Mia mamma, ad oggi 63enne, essendo ipertesa assume Lobivon da 5mg la mattina e libradin da 10mg il pomeriggio.

Da un po'di tempo a questa parte, a seguito di un incidente domestico ove ha riportato una distorsione al piede, mia mamma non è più la stessa.
Mi spiego meglio.

Le ho fatto fare le analisi di routine a seguito della caduta anche per avere un quadro generale chiaro in quanto è sempre stata iperattiva ed ultimamente sentiva sempre spossatezza, stanchezza, confusione ecc...
Dalle analisi è emersa una grave carenza di vitamina D e un valore dell'omocisteina altissimo (22-23)
Allarmata da ciò mi reco dal mio medico curante e come terapia ha prescritto Humana Ditrevit 1000 x 2 mesi e Folifill da 5 mg.

Passati i 2 mesi dall'assunzione di tale Ditrevit abbiamo ripetuto le analisi e finalmente il valore della vitamina D è salito da 6 a 22... Ancora non è sufficiente ma vedo mia mamma molto ma molto più in forma di prima, energica al punto giusto.

Il medico curante riportato ciò mi ha detto di farla continuare per un ulteriore mese con il Ditrevit per far si che il valore si regolarizzi.

Il grande problema ed enigma irrisolto è sull'omocisteina... Questo valore non riesce a scendere, o meglio, in 2 mesi è sceso appena di 2 (da 25 a 23-22) ed è molto alto ancora nonostante segue una correttissima alimentazione.

La pressione arteriosa è perfetta
Tutti gli altri parametri sono perfetti ma l'omocisteina proprio non ne vuole sapere.

Cosa posso fare, mi date un consiglio su quale strada intraprendere affinché risolvo questo problema?

PS.
Le ho fatto fare un ECG ed è perfetto inoltre anche l'applicazione dell'holter pressorio x 24h e anch'esso è risultato perfetto, quest'ultimo è stato fatto in quanto da novembre fino a gennaio ha avuto continui sbalzi di pressione e il medico aveva detto che era dovuto a stati di stress prescrivendole alcune gocce x calmarla.

Probabilmente pressione arteriosa e vitamina D non hanno alcuna relazione con l'omocisteina ma sinceramente non so più che fare.

Ha dei momenti ove l'umore subisce continui sbalzi e si sente stanca, questa stanchezza è normale ancora nonostante la vitamina D ha fatto un buon recupero?

Mi scuso se sono stata prolissa ma ho voluto raccontare tutto dettagliatamente.

Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi per ridurre la iperomocisteinemia (che e' su base familiare quindi esegua l'esame anche lei..) basta acido folico e vit B12

niente di drammatico

rrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso