Utente
Salve.
Sono una ragazza di 23 anni, dopo aver passato un periodo di forte stress mentale, ho iniziato ad avvertire i sintomi tipici dell'ansia come oppressione del torace, senso di "chiusura" della gola, tremori e soprattutto battiti irregolari, maggiormente extrasistoli.
Sono leggermente anemica.
Oggi ho fatto una visita cardiologica per ovviare a qualsiasi causa di natura organica.
Ho fatto ecg a riposo e sotto sforzo, ecodoppler.
No aritmie rilevate, niente di niente.
Però non ho fatto l'holter, il cardiologo non lo ha ritenuto necessario.
Io ho paura lo stesso, perché una extrasistole l'ho avvertita anche ora, sopratutto di notte accade e in quel momento nulla.
Dovrei fare l'holter? O dovrei cercare di gestire l'ansia che si presenta soprattutto la sera?
Grazie a chi risponderà

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Deve imparare a gestire l ansia.
tutto qui

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta dottore, e il fatto che mi sono svegliata con una leggera tachicardia questa mattina, senza affanno è sempre dovuto a questo? In questi casi dovrei effettuare esercizi per la respirazione in modo da calmarmi? Anche se in realtà sono apparentemente calma di prima mattina..

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tutti noi ci svegliamo con un aleggera tachicardia al mattino: e' il tono del sistema simpatico che aumenta fisiologicamente.

La saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Sono però delle palpitazioni più che altro, non proprio tachicardia. Il battito sembra non essere "pulito" nel ritmo. L'ansia derivante da un periodo passato di forte stress potrebbe aver avuto ricadute sul cuore di questo tipo, ovvero aver modificato qualcosa in maniera permanente o è solo temporanea? E se così fosse, con ecocardiografia fatta ieri si sarebbero viste? Consideri che io ero bradicardica a riposo.. E ora batte così invece.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non crea alcun danno.
Se vuole tranquillizzarsi programmi un Holter delle 24 ore

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
V bene grazie dottore. Una ultima domanda: quando ho eseguito a luglio scorso un ecg sotto sforzo e a riposo e ecocardiografia per svolgere attività non agonistica, nel referto c'era scritto bradicardia sinusale di lieve entità e ritardo minore di attivazione ventricolare. Questo "ritardo" nella conduzione, io lo avverto alcune volte sentendo i battiti e mi preoccupa. Dovrei stare tranquilla? Cosa significa?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono reperti frequentissimi e privi di alcun signioficato patologico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Grazie dottore per la gentilezza. Penso il tutto sia "aggravato" dal fatto che più controllo il battito che sia regolare, più questo genera ansia e comporta questo e più uno si agita, come un circolo vizioso giusto?

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esattamente

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, le scrivo adesso perché mi è appena successo che sdraiandomi per andare a dormire, dopo un po' ho avvertito una extrasistole abbastanza forte. Questo mi è capitato anche ieri sera, ne ho avvertita più di una. Sono preoccupata e in ansia per questa situazione. A cosa possono essere dovute? Perché solo da sdraiata succede? In più mi sento irrigidita nel petto, e come se avessi una "morsa" alla trachea, questo penso sia dovuto all'ansia della situazione. Non è davvero necessario effettuare un Holter che mi permetta di capire qualcosa in più? La ringrazio.

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si rende conto che stiamo di qualche extrasistole banale?

si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#12] dopo  
Utente
Perché accade solo quando mi sdraio per andare a dormire? Questo non mi è mai successo... In più frequentemente mi si "addormentano" mani e gambe... E dormo supina non in posizioni strane

[#13]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Perche' quando ci si prepara per dormire la frequenza rallenta ed e' piu' facvile che le extra benigne compaiono, inoltre l'individuo ansioso si focalizza sul proprio cuore.

Arrievderci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#14] dopo  
Utente
Oltre a questo, avendo letto alcune notizie in cui si diceva che delle persone nonostante abbiano fatto qualsiasi tipo di visita cardiologica e non era stato riscontrato nulla di anomalo, in realtà avevano poi una patologia... O comunque qualcosa che dalle visite non era stato visto perché "silente" o asintomatico.. È possibile? Questo pensiero mi preoccupa molto.

[#15]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

la presenza di patologie cardiache serie alla sua eta', nonostante la negativita' degli esami da lei eseguiti, e' inferiore alla possibilita' di avere un tumore , per esempio intestinale, renale o cerebrale, purtroppo freqwuenti anche alla sua eta'.


Lei si e' focalizzata sul suo cuore, e questa non e' una patologia di pertinenza cardiologica

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#16] dopo  
Utente
Mi scusi, per extrasistoli lei intende anche dei battiti come fossero dei "tonfi" al cuore, come se un attimo mancasse il respiro addirittura? Perché a me succede proprio questo

[#17]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
esatto.
lei avverte con fastidio la pausa post extrasistolica

come tantissime persone

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#18] dopo  
Utente
Grazie per le sue risposte dottore. Dopo queste "morse" allo sterno (non so se è il termine più adatto) come se fosse costretto, talvolta fatico a deglutire e a digerire. Ovviamente capisco che è una situazione generata dall'ansia ma la mia domanda è questa : dopo queste tensioni, quando sono più rilassata, mi fa male lo sterno e avverto qualche fitta che poi passa mentre i dolori permangono. Da questa mattina che li ho, dopo che ieri ho avuto questo senso di costrizione per molto tempo. Questi dolori sono muscolari? Sono dati dal fatto che i muscoli si sono contratti per molto tempo e rilasciandosi accade ciò?

[#19] dopo  
Utente
Un ultima cosa poi la lascio stare, ho eseguito l'anno scorso un ecg normale e sotto sforzo per certificato di attività non agonistica, a giugno di quest'anno stessa cosa insieme ad ecodoppler, e pochi giorni fa ecg normale, sottosforzo ed ecodoppler. Durante queste 3 visite non ho mai avvertito il tipo di extrasistole di cui le parlo nei post precedenti... Possono essere "strascichi" e conseguenze di un periodo di stress intenso recente? La mia paura è che i cardiologi dato che non l'hanno potuta registrare, non hanno dato un referto corretto.. O per lo meno non del tutto.

[#20]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
se lei non curerà la sua ansia con uno specialista avrà una qualità di vita sempre ridotta.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#21] dopo  
Utente
Ne sono consapevole che è una questione di ansia, ma in merito a ciò che le ho detto sopra? Niente è cosi? Deriva tutto dalla mia testa?

[#22]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi tutti abbiamo extrasistoli, io compreso, l'ansioso vive le extrasistoli con terrore, le ingigantisce e pensa di avere chissa' cosa.

Quando lei ha un po' di tosse invece di pensare di aver preso freddo pensa subito di avere la tubercolosi od un tuomore polmonare?

Si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#23] dopo  
Utente
In passato mi capitava di rado di averne, dopo questo evento/periodo di intenso stress recente.. Quando vedo qualcosa che mi può procurare ansia subito il corpo si pone in una condizione di allerta.. E di lì a poco extrasistole.. È quindi generata dall'ansia questa loro comparsa maggiore? E io che gli do più peso trovandomi in uno stato d'ansia?

[#24]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esattamente.
Con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso