Utente 265XXX
Sono stato operato 6 mesi fa mi è stato aperto addome per stenosi dovuta a complicanza intervento polito benigno colon. Mi si è formato un Laparocele Addominale . Sono stato da un chirurgo mi ha prenotato intervento a Settembre. Ieri ho trovato un mio amico Dottore primario in Oncologia il quale mi sconsiglia intervento per il motivo che è asintomatico.Domanda, mi diano anche il loro parere.Grazie

[#1]  
Dr. Stefano Cecchini

20% attività
8% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
COLORNO (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Non tutti i laparoceli devono obbligatoriamente essere riparati chirurgicamente. Spesso con l'astensione dell'esercizio fisico ed indossando una fascia corpo si riesce a procrastinare l'intervento, limitando l'impatto sulla qualità della vita. L'indicazione a sottoporsi ad intervento dipende da diversi fattori, quali le dimensioni dell'ernia e della porta erniaria, i sintomi, l'attività fisica del paziente, i fattori di rischio medico e chirurgico e la disponibilità/esperienza in tecniche mininvasive del chirurgo. Senza una visita clinica è difficile esprimere un parere chirurgico. Se non è soddisfatto del parere del suo chirurgo le consiglio un secondo parere. Cordiali saluti
Dr. Stefano Cecchini
Specialista in Chirurgia Generale

[#2] dopo  
Utente 265XXX

Terrò conto del suo parere . Farò una TAC e la farò vedere a un altro chirurgo. Le faccio un'altra domanda io sono un atleta ciclista in questi mesi quando vado in bici metto la fascia elastica .Facendo ciclismo con la fascia è probabile complicare ,aumentare,la porta erniaria ? Da notare che la fascia elastica è strettissima . Mi sembra ,questa è la mia impressione che il laparoceli non sia aumentato di volume.Grazie

[#3]  
Dr. Stefano Cecchini

20% attività
8% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
COLORNO (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Personalmente ritengo che il ciclismo effettuato con moderazione sia una delle migliori attività fisiche da effettuare in presenza di ernie addominali non complicate. Purtroppo però non esistono dati scientifici che supportino queste teorie anche perchè i difetti erniari non sono tutti uguali. Inoltre non avendo valutato personalmente il suo difetto non posso darle un vero consiglio personalizzato ma solo un suggerimento in linea di massima. La fascia va ugualmente indossata. Le consiglio comunque di iniziare con gradualità e di testare la comparsa di eventuali sintomi con l'incremento dell'intensità dell'attività. Concludo dicendo che la TC è molto utile nella valutazione delle dimensioni del difetto e nella scelta del miglior approccio chirurgico. Si faccia dare il dischetto delle immagini da mostrare al chirurgo. Saluti
Dr. Stefano Cecchini
Specialista in Chirurgia Generale