Utente 156XXX
Buonasera,
ho 28 anni e ho la malformazione del pe simmetrico. Misurandolo "artigianalmente" in cm, nel punto di massima infossatura è di 3 cm (so che il vostro indice, invece, è quello di Haller ottenuto tramite TAC).
Devo dire che psicologicamente non ne soffro molto. Il problema l ho avuto sui 12-13 anni quando si iniziava ad andare al mare con i coetanei, ma poi l ho superato tranquillamente. Anzi, non ho proprio problemi di svestirmi anche perché, vedendo alcune foto che circolano nei forum che raffigurano ragazzi con questo problema, il mio fisico è tuttavia definito, specie nella parte delle spalle, avendo fatto nuoto per 6 anni durante l età adolescenziale. Non ho nemmeno problemi di disfunzioni degli organi.

Temo, però, che proprio questi ultimi problemi possano comparire in futuro e vorrei intervenire sul mio petto. Ho sentito parlare della tecnica non invasiva del vacuum bell e del suo miglioramento negli ultimi 2-3 anni. Posso sapere se ci sono riscontri positivi o controindicazioni nel lungo termine?

Inoltre, volevo sapere se alla mia età la tecnica di Nuss è ancora fattibile (al di là di qualche particolare impedimento che il mio caso, analizzato, possa presentare) e se esso è sostenuto dal SNN oppure no.
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato

44% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
riguardo al problema funzionale la rassicuro: il pectus non determina in particolare nella forma che la riguarda problemi respiratori o cardiovascolari
Per la possibilità di correzione mediante Nuss questo deve essere valutato mediante un esame radiografico e clinico
Nella mia esperienza la Nuss in individui della sua età potrebbe non dare i risultati sperati e quindi una tecnica di Ravitch modificata potrebbe essere più indicata.
Circa il Vacuum non credo possa avere indicazione in un caso come il suo per l'età.

cordialmente
GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino