Utente
Buon giorno alcuni giorni fa ho eseguito un ecocolodoppler di cui allego il referto.Lato destro.Non segni di iperplasia intimale a carico di Tronco Anonimo,Succlavia e asse carotideo(QIMT0,59mm contro 0,73attesi secondo classificazione diHoward)pervi e regolari nel decorso,calibro e pareti,ove si eccettui la presenza di piccola placca calcifica a superfice regolare,localizzata nella parete posteriore della biforcazione carotidea,con estensione CCdi 7mm e spessore di 3mm,determinante una stenosi del 15%,morfologicamente e emodinamicamente non significativa.Parametri colorvelocitometrici nella norma in tutti i distretti.Arteria vertebrale visualizzata solo nel Tillaux.dove appare pervia con calibro regolare e con parametri colorvelocitometrici nella norma.LATO SINISTRO non segni di iperplasia intimale a carico di Succlavia e Asse Carotideo(QIMTCC 0,56mm contro 0,73 attesi Howard),pervi e regolari per decorso calibro e pareti,ove si eccetui la presenza nella parete posteriore della Biforcazione carotidea di placca calcifica a superfice regolare,estesa per 8mme co spessore massimo di 3mm,deteminando una stenosi del 22% morfologicamente ed emodinamicamente non significativa.Parametri colorvelocitometrici nella norma in tutti i distretti.Artrria vertebrale pervia,visibile nei vari tratti, regolare per decorso calibro e co flusso ortografo.Gentilissimi dottori potei conoscere un vostro parere sulla condizione delle mie arterie?Sopratutto una cosa non ho capito, cosa significa Arteria vertebrale destra visualizzata solo nel Tillaux.? Vi ringrazio e porgo distinti saluti.

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
premesso che non ci indica il motivo per cui ha eseguito l'esame, esso mette in evidenza lesioni aterosclerotiche "non emodinamiche", che non determinano cioè riduzione del flusso. In assenza di manifestazioni cliniche ad essa riferibili si tratta di una condizione da verificare nel tempo, mettendo sotto controllo eventuali fattori di rischio quali ipertensione, diabete, dislipidemie, sovrappeso, stress, ecc., e soprattutto abbandonando del tutto il fumo.
Terapie preventive potrebbero essere considerate a giudizio del Medico curante e sulla base delle predette valutazioni.
Le arterie vertebrali rivestono un ruolo secondario nella irrorazione dell'encefalo e non sempre sono visualizzabili all'esame ecografico.. Si è voluto segnalare che a destra è stata possibile esplorarla solo in un tratto senza per altro rilevare alterazioni.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dr Piscitelli ,ho dimenticato di precisare che questi sono controlli che faccio annualmente, nel 2015 ebbi un leggero episodio di disartria della durata di circa un minuto,è venne diagnosticato un TIA.Tuttora sono in cura con i seguenti farmaci:valsartan per la pressione,cardioaspirina come antiaggregante,Crestor da 5 mg.Scusi se insisto ma la vertebrale dx cè tutta o ci potrebbe essere un problema congenito?La ringrazio per il suo interessamento.Cordiali saluti.