Utente
Salve,
ho 25 anni ed ho un problema. Da un mese circa soffro di un dolore
nella zona dell'ano che proviene dall'interno che si protrae alla natica sinistra.
Sono andato dal mio dottore curante e mi ha fatto fare tutte le
analisi (sangue,urine e feci), riscontrando un po'
di colesterolo e una piccola infezione alle vie urinarie.
Quindi con esito negativo al sangue occulto nelle feci mi ha fatto
fare una visita dal chirurgo che tastando non ha trovato nulla di preoccupante
e mi ha fatto fare delle lastre anch'esse senza risultati.
Il mio dottore curante mi ha messo un dito nell'ano ed in verità
ha detto di sentire come un piccolo cordoncino ma oltre quello tutto
gli sembrava normale.
Ora sono molto preoccupato, ho paura del tumore al colon anche perchè
ho saputo che oltre al sangue nelle feci uno dei sintomi è il muco che
io ho sempre avuto sin dalla nascita sempre se per muco si intende
quella sostanza gelatinosa biancastra o giallastra che si incotra all'inizio della defecazione
o comunque vicino all'ano.
Come posso fare?

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Il dolore anale puo' dipendere da varie cause , non necessariamente maligne, e se persiste credo che una visita proctologica sapra' orientarla verso una possibile diagnosi.
Non vi e' realazione col tumore al colon.
Il muco puo' dipendere da patologie benigne, tipo colite o polipi.
Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta,
sono un po' piu' tranquillo...
Il mio dolore negli ultimi giorni si e' molto attenuato.
Come sintomi sento soltanto pungere (un leggero fastidio) dall'interno.
I dottori mi hanno sconsigliato una colonscopia in quanto non
gli sembrava il caso.
Potrebbe essere qualche lacerazione?
Esiste qualche pomata/farmaco che puo' intervenire?
Grazie.

[#3]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
LECCE (LE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
potrebbe trattarsi di una patologia anale, come già detto. Per questo una visita proctologica, con videoproctoscopia, può derimere ogni dubbio e quindi indicare una adeguata terapia.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it