Utente 135XXX
Salve,
e circa 10 anni che soffro di emorroidi e ragadi, il proctologo che mi segue dice dovuto ad ipertono sfinteriale, all'ultima rettoscopia fatta ad agosto per evidenti perdite di sangue rosso vivo nel water, si è evidenziata una tromboflebite, curata con pomata e semicupi, ultimamanete però mi capita all'evacuazione l'emissione prima di feci dure e poi più molli, con piccole tracce in ultimo di sangue rosso vivo.
La rettoscopia condotto per 15 cm non ha evidenziato patologie gravi, ma emorroidi congeste di primo grado.
E da 5-6 mesi che sono anche in cura per prostatite da un urologo.
Volevo sapere un Vostro parere su come comportarmi, il proctologo che mi segue non hai mai preso in considerazione la colonscopia, voi che ne pensate.
Mentre l'urologo dice che la prostatite e i problemi anorettali sono correlati, voi siete daccordo.
Grazie della Vostra Attenzione.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Probabilmente, vista la sua giovane eta', il Medico che l'ha visitata non ritiene adeguata l'esecuzione di una colonscopia, che e' pur sempre un esame invasivo e quindi da prescrivere solo nei casi in cui questo si rendesse necessario. Vale pero' la pena trattare comunque le emorroidi, utilizzando la tecnica piu' appropriata al suo caso. E naturalmente rivolgersi all'Urologo per i problemi riguardanti la prostatite.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 135XXX

Gentile Dott. Spina,
dal suo ultimo consulto le cose sono andate abbastanza bene, addesso nel cambio di stagione appena vado di corpo con feci più dure, ho bruciore e sangue rosso vivo sulla carta dovuto sempre ad emmoroidi di II grado a carico dell' uscita del canale anale, il proctologo che mi segue mi ha consigliato di eseguire una defecografia per meglio valutare il perchè del formarsi delle emmoroidi che a suo dire sono causate da problemi di ipertono e dissinergia del pavimento pelvico.
Però non mi dice come poter risolvere nell'immediato la problematica delle emmoroidi.
Volevo sapere Lei cosa ne pensa a riguardo, e se devo effettuare la defecografia, e quale sarebbe a questo punto il trattamento migliore per le emmoroidi.
Certo di un suo riscontro e della sua disponibilità, si coglie l'occasione per porgere Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Emorroidi di secondo grado sono trattabili con numerose metodiche: tutto sta a capire in anticipo quale possa essere la piu' adatta alla sua personale situazione, cosa che deve fare con l'aiuto dello Specialistra che la segue. Ad ogni modo il sospetto di altre problematiche della regione va chiarito prima di effettuare qualsiasi intervento, quindi sono d'accordo con l'esecuzione della defecografia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com