Utente 194XXX
Buona sera Dottore,
vorrei esporle il mio problema in maniera chiara ma concisa.
Mio cognato ieri sera ha subito un intervento chirurgico per eliminare il problema emorroidi. Il guaio e' che, durante l'operazione, accidentalmente è caduto un corpo estraneo nella zona rettale, e nel caso specifico si tratta di un ago.Purtroppo non sono bastate 5 ore e mezzo trascorse in sala operatoria per individuare l'esatta posizione dell'oggetto e, quindi, procedere con la rimozione di quest'ultimo.
Il primario dell'ospedale di Locri inizialmente aveva optato per riprovarci domani con un ulteriore intervento chirurgico ma, successivamente, cambiando opinione, riferiva di non essere tanto sicuro della riuscita dell'intervento.
Ora la domanda è...
Se il primario decidesse di non farlo operare, si può pensare di farlo trasferire in un centro più specializzato??? Considerando che in Calabria, con molta franchezza, nutro poca fiducia per i nostri reparti ospedalieri le chiedo, innanzitutto, se mi dice cosa ne pensa della situazione e, infine se ha un suggerimento per un eventuale centro specializzato.
Nel sentirmi onorato per il tempo che mi dedichera' la ringrazio anticipatamente.
Buona sera Dottore

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo la situazione non è chiara. Probabilmente si sarà rotto un ago durante la sutura e adesso è conficcato nei tessuti. Conosco i medici della chirurgia e della gastroenterologia di Locri. Ne parli, eventualmente. Sono disponibile per un consulto. I medici hanno i miei recapiti.


Cordialità
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it