Utente
Gentili dottori, a causa di un prurito anale che si verifica in vari periodi dell'anno,ho notato che all'interno dell'ano ci sono delle escrenze di carne (cosi' le ho definite)....di recente cmq ho effettuato una visita proctologica con anoscopia il quale esito e il seguente:

Disturbi emorroidari ripetuti con episodio compatibile con trombosi emorridaria

espolarazione rettale presenza di lesioni compatibili in prima ipotesi con polipi fibrosi del canale e meno probabilmente con condilomatosi

emorroidi esterne di 2 grado con piccola tendenza al prolasso mucoso

non ipertono non ragadi

anoscopia plesso interne di 2 grado non complicato non evidenti lesioni del canale

da rivedere tra 6 mesi.......essendo purtroppo un soggetto ansioso e cmq il proctologo non mi ha spiegato piu di tanto, vorrei farVi alcune domande.

come mai mi ha detto che potrebbero essere polipi fibrosi oppure condilomi?, non era sicuro?....cosa sono i polipi e i condilomi? mi devo preoccupare o posso stare tranquillo?....secondo Voi e meglio approfondire e fare altri accertamenti?.... rispondetemi perfavore sono davvero preoccupato!!!.....:(

grazie mille anticipatamente




[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I condilomi anali appartengono alle malattie virali sessualmente trasmesse mentre i fibromi non sono di natura virale e perciò non trasmissibili. L'ipotesi deve essere verificata con un esame istologico perché se fossero condilomi devono essere trattati chirurgicamente. Utile eventuale consulto dermatologico.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
ma come e possibile che un proctologo non riesca a diffrenziare polipi fibrosi da condilomi??!!.....ma devo preoccuparmi?....e causa di tumori? grazie mille

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente è possibile, non deve preoccuparsene, ma occuparsene. In caso di condilomatosi come le è stato consigliato bisogna asportarli, perchè solo in quel caso, lasciarli in sede per molto tempo oltre ad un aumento di numero oltre che di volume degli stessi potrebbe essere causa di un'evoluzione tumorale.
Cordiali saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
premetto che sono eterosessuale, sposato e non ho MAI avuto rapporti extra coniugali o omosessuali!....quindi come fanno ad essere condilomi??!!,.....e possibile?....

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Infatti leggendo quanto ha scritto il collega è meo probabile lo siano, tuttavia in certi casi solo l'istologia è dirimente, non sempre l' aspetto alla visita permette di far diagnosi di certezza.Condivido quindi le indicazioni dei colleghi.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
ma quindi i condilomi sono uguali ai polipi?....ho provato a chiedere al mio medico curante il quale mi ha detto di stare molto tranquillo in quanto i condilomi si contagiano solo con rapporti sessuali non protetti (quindi non e il mio caso)....e per di piu chiedevo se era il caso di fare l'esame istologico, ma non se ne parla!..cosi' mi ha risposto!!!!.....sono molto agitato per questa situazione, soprattutto essendo purtroppo ansioso e ipocondriaco!....come devo fare secondo voi, a chi mi rivolgo???

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Un secondo parere proctologico potrebbe esserle di aiuto
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8] dopo  
Utente
infatti ho gia' preso un altro appuntamento da un proctologo....ma l'esame istologico e necessario per una corretta diagnosi?

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente,il fatto che lei sia eterosessuale è un aspetto importante al fine di escludere una condilomatosi, ma non in maniera assoluta, in quanto in una minima percentuale questo problema capita anche agli eterosessuali. Quindi sono in accordo con una visita da un proctologo più esperto e se persiste ancora il bubbio le consiglio l'asportazione di una di queste formazioni con l'esame istologico.
Saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si,è dirimente e fornisce certezze che la valutazione clinica puo' non dare
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#11] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori ho eseguito proprio questa mattina un altra visita proctologica per togliermi ogni dubbio, di seguito il referto:



- eseguita recente visita proctologica con rilievo di popillite ipertrofica e lesioni mucose rilevate interne alla rima anorettale sospette per polipi retto iperplastici o condilomatosi.

utile biopsia di controllo



Purtroppo la mia agitazione in questo momento e estrema e Vi faccio alcune domande: ce' il sospetto di un tumore?...come mai mi fa fare la biopsia? non si fa solo per un eventuale tumore?....nell'eventualita che siano polipi retto iperplastici oppure condilomi, cosa dovrei fare??....perfavore gentilissimi dott rispondetemi sono davvero preoccupato e costantemente in ansia!!!!-....in attesa di cortese riscontro Vi ringrazio anticipatamente






[#12]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Mi scusi ma questa mattina non ha pensato di fare queste domande a
chi l'ha visitata? comunque da quanto riporta non credo ci sia
sospetto di tumori e la biopsia credo serva a distinguere condilomi da polipi.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#13] dopo  
Utente
innanzitutto grazie mille per la Sua gradita e cortese risposta!....il dott che mi ha visitato non e stato per niente esaustivo e molto superficiale quasi assente direi.....mi ha detto solo di stare tranquillo....ma e una parola, per chi come me soffre di ansia, panico e ipocondria!,.....per questo mi rivolgo a voi!....ma i polipi iperplastici se cosi' fossero cosa sono e cosa dovrei fare?

[#14]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Mi spiace, non dovrebbe essere cosi'.
Una volta confermata la diagnosi puo' non essere necessario alcun provvedimento.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#15] dopo  
Utente
ma la diagnosi non mi e stata confermata!!!!.....

[#16]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le abbiamo già risposto chiaramente, la biopsia serve per confermare la diagnosi.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#17] dopo  
Utente
Di recente ho eseguito la biopsia con il seguente referto:



polipo ano-due frammenti di cm 0,3 - uno dei dei due frammento presenta caratteristiche morfologiche riferibili a papilla ipertrofica, il secondo aspeti compatibili con polipo linfoide.



Il dottore che mi ha letto il referto mi ha detto di stare tranquillo e che non c'e bisogno di nessun trattamento!...volevo altri pareri!......posso stare tranquillo??? attendo e grazie

[#18]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene,non erano condilomi.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#19]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Va bene così, ora può essere più sereno.
Saluti e Auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza