Utente 774XXX
Buongiorno ho 36 anni e Vi spiego la storia.
Il 26 giugno son partito per il mare. I primi due giorni non sono riuscito a scaricarmi (penso per il cambiamento dell’aria) dal sabato ho incominciato a scaricarmi regolarmente. Anche se a fatica e con feci dure. Il lunedì 30 giugno alla sera ho incominciato ad avvertire degli scatti muscolari o spasmi dello sfintere anale, diciamo che scattava in modo involontario il muscolo e l’impressione era di avere uno stimolo continuo a scaricarsi. Non ho dato molta importanza alla cosa perché è stata una cosa passeggera. Il mercoledì 2 luglio ho avuto un fortissimo mal di pancia (come se avessi due coltelli in pancia) ed il modo per alleviare il dolore era quello di sdraiarsi a pancia in giù con il cuscino sotto e come se si svuotava la pancia e si allievava il dolore. Ma la cosa si è risolta.
Il giovedì 3 luglio son rientrato a casa e nel frattempo i sintomi descritti sopra c’erano saltuariamente.
Dalla domenica 6 luglio ho avuto problemi nello scaricarmi e per tre giorni niente…In seguito ho ricominciato abbastanza regolarmente. Nel frattempo i sintomi che ho descritto sopra si son fatti sempre più insistenti e fastidiosi.
C’erano queste contrazioni muscolari involontarie; è come se ci fosse un nervo o muscolo che scatta.. Avevo l’impressione di dover andare in bagno a scaricarmi. Mi sembra che siano più continui quando sono seduto, rispetto a quando sono in piedi.
Alla mattina mi capita di avere la sensazione, anche dopo essermi scaricato, di avere ancora necessità di scaricarmi e bruciore e leggero dolore. A volte invece dopo essermi scaricato ho sollievo per un breve periodo. Poi rinizia a scattare il muscolo e va a momenti. In alcuni è forte e in alcuni è più debole, ma è molto fastidioso e a volte mi fa male l’ano.
Sono andato dal medico di base una prima volta che mi ha detto che non sono ne ragadi ne emorroidi, ma mi ha parlato di tenesmo (mi pare). Secondo lui è un discorso di nervoso e mi ha parlato di somatizzazione . Mi ha prescritto spasmomen ed inseguito muscoril.
Sono tornato dal medico una seconda volta, perche’ non avverto più gli spasmi descritti sopra, ma ho la sensazione che ci sia un corpo estraneo all’interno dell’ano (come se ci fosse un qualcosa infilzato), ho l’impressione di dover sempre scaricarmi e avverto la sensazione di evacuazione incompleta, sensazione di tensione e alcune volte dolore.
Il medico mi ha mandato da un chirurgo-proctologo, il quale, dopo avermi visitato, mi ha detto di stare tranquillo che secondo lui è un problema di ipertono dello sfintere anale interno. Mi ha prescritto la crema “ANTROLIN”, con la quale il problema dovrebbe risolversi o eventualmente i DILATAN e se non passa di ritornare per ulteriori accertamenti.
Per concludere mi scarico regolarmente, non ho mai sanguinato e la cosa importante è che quando vado a letto la sera mi addormento e dormo tranquillamente. Il disturbo che ho in giornata, a volte molto fastidioso ed invalidante, non lo sento. Ho un’alimentazione regolare (mangio molta verdura e frutta e bevo molto acqua-no alcolici e no caffè). Sono caratterialmente molto nervoso e un po’ ansioso.
Vi ringrazio per la Vostra disponibilità e volevo sapere un vostro parere in merito.

[#1]  
Dr. Andrea Coda

24% attività
0% attualità
12% socialità
PECETTO TORINESE (TO)
CASTELLANZA (VA)
TORINO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Caro signore,
lei soffre di una patologia, come le hanno detto i medici, costituita da ipertono sfinerico anale ( cioè aumento del tono muscolare del muscolo sfintere interno anale) dovuto a alterazioni dell'alvo in un soggetto eretistico ( cioè nervoso e ansioso, come lei dice). Quindi la terapia che le hanno prescritta ve bene, soprattutto il DILATAN quotidiano con misure crescenti. Ma è necessatrio anche avere una dieta ricca di scorie e magari aggiungere uno dei preparati da banco abase di mucillagini (non purganti!).
Il suo stato potrebbe evolvere in una ragade anale, senon trattato adeguatamente
Cordialità
Dr Andrea Coda
Dr Andrea Coda
Specialista in Chirurgia

[#2] dopo  
Utente 774XXX

La ringrazio per la rapida risposta!
Scusi se approffitto della Sua disponibilità, ma volevo chiederLe se l'aumento del tono muscolare del muscolo sfintere interno anale dovuto a alterazioni dell'alvo è un problema momentaneo o permanente??
In poche parole, una volta risolto il problema, potrebbe ripresentarsi?
Su suggerimento del medico ho iniziato con la crema e se i sintomi dovessero persistere passerò al DILATAN.
Grazie ancora per la sua cordialità e spero di riuscire a risolvere il problema in tempi ragionevoli.

[#3]  
Dr. Andrea Coda

24% attività
0% attualità
12% socialità
PECETTO TORINESE (TO)
CASTELLANZA (VA)
TORINO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Il problema può essere temporaneo, ma di solito è ricorrente. Quindi è utile la terapia, ma soprattutto avere un alvo regolare, magari aiutandosi regolarmente con mucillagini o fibre. Comunque se lo risolve con Antrolin e Dilatan, può ripetere la stessa terapia in caso di recidiva
Buon Ferragosto!
Dr Andrea Coda
Specialista in Chirurgia