Utente
Buonasera. Da due anni ho una ragade anale. Dopo la prima terapia con dilatan ho risolto il problema. Ma a distanza di alcuni mesi la ragade si è ripresentata ed anche infettata. Dopo cura antibiotica, dilatan e anonet pomata, stavo meglio, ma circa due settimane fa ho avvertito dolore e bruciore in presenza di una piccola protuberanza dura al tatto. Il colon proctologo mi ha visitato giovedì e mi ha diagnosticato un ascesso dovuto alla ragade cronicizzata. Mi ha prescritto antibiotico levofloxacina per dieci giorni, Flagyl e flogeril forte. L intento è quello di favorire il riassorbimento dell ascesso. Leggo dalle vostre risposte che questa strada non porta a risolvere il problema. A vostro avviso è possibile risolvere il problema con terapia medica senza ricorrere ad un intervento? Ringrazio per l attenzione.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se esiste un ascesso la terapia è chirurgica . L"ascesso deve essere drenato tramite incisione.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la tempestiva risposta. A questo punto vorrei capire perché lo specialista ha fatto questa scelta. I sintomi che avverto sono bruciore e prurito in corrispondenza di un piccolo rigonfiamento duro e doloroso al tatto. Potrebbe trattarsi di altro? Ringrazio per una eventuale risposta.

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Senza visita diretta non è possibile rispondere al suo quesito
Dr. Roberto Rossi