Utente 410XXX
buonasera dottore, volevo un suo parere sulla possibilita' di guarigione dopo terzo intervento su una fistola perianale intersfinterica
dopo 2 interventi con permacol a distanza di quasi un anno non andati a buon fine, il medico proctologo mi consiglia l'intervento con la tecnica lift.
Ad aprile 2016 faccio questo intervento ma nelle settimane successive ho ugualmente perdite dall'orifizio vicino l'ano, e al tatto il solito gonfiore della fistola.
Il medico che mi ha operato mi ha assicurato che il tratto fistoloso e' stato chiuso ma per un motivo che non mi ha spiegato chiaramente e' rimasto un collegamento e che la mia guarigione non era semplice perche' mi portavo la fistola da troppo tempo (da dicembre 2012) ed era ormai cronica.
fino a settembre 2016 avevo spesso delle perdite e il tratto fistoloso al tatto piu' o meno gonfio, probabilmente perche spesso l'orifizio esterno si chiudeva e le secrezioni non trovavano una via di uscita semplice.
Mi ero quasi rassegnato alla terza operazione fallita quando da inizio ottobre le cose miglioravano sensibilmente, meno perdite e meno gonfiore, adesso sono 2 mesi che non ho assolutamente nulla, zero perdite e finalmente il gluteo nella parte della fistola vicino l'ano e completamente asciutto e sgonfio come il gluteo accanto.
Vorrei capire se posso gioire di una completa guarigione e quindi la fistola si e' definitivamente chiusa oppure ancora c'e' la possibilita' di una recidiva della fisola, quanto tempo deve passare per dire che sono finalmente guarito?
grazie dottore per la lettura ed eventuale risposta

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La recidiva e' sempre possibile ma ora sembrerebbe guarito. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 410XXX

quindi dottore anche a distanza di anni senza avere alcun problema il tratto fistoloso non viene cicatrizzato e chiuso in modo definitivo dall'organismo ma rimane e potrebbe diciamo "risvegliarsi" a seguito di una infezione?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Dipende, si.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 410XXX

grazie dottore per le risposte, volevo approfittare della sua gentilezza per farle l'ultima domanda, le infezioni alla fistola partono dai batteri che stanno all'esterno dell'ano che in qualche modo entrano, oppure i batteri che infettono una fistola si trovano nelle feci o comunque gia' all'interno dell'ano?

io dopo il terzo intervento ho aumentato di molto l'igiene intima anche disinfettando l'ano dopo ogni svuotamento, forse centra qualcosa con questo lungo periodo senza problemi?

grazie e buona serata

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, no credo. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it