Utente 441XXX
salve nel maggio 2016 sono stato operato di ragade anale posteriore e lifting emorroidario ; dopo cinque mesi avendo ancora molti dolori e bruciore e perdita di pus attraverso l'ecografia transanale ho scoperto di avere una fistola . nell ottobre del 2016 sono stato operato di fistola anale con la fistulectomia .Tutto si e cicatrizzato e non ci sono piu secrezioni , mi è rimasto da dopo l 'intervento bruciore e dolore post defecatorio e come una sensazione di graffio , con ulteriori indagini non si nota alcun problema mi e stato detto che questi sintomi dureranno per altri 5-6 mesi perchè le cicatrici non danno l'elasticità dovuta , vorrei sapere se è una cosa plausibile che si risolverà da sola davvero oppure devo ripetere degli esami strumentali o fare altro ?concludo dicendo di aver effettuato un'altra ecografia transanale che non ha evidenziato nulla . Quindi è normale oppure no ? c'entrano niente le cicatrici?

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si è possibile che il tessuto debba riacquistare elasticità, ma potrebbe non accadere, in tal caso, se si crerà una stenosi anale, potrebbe essere necessario una correzione chirurgica (anoplastica).
Non sono necessari ulteriori esami per valutare la ripresa dell'elasticità o l'avvenuta stenosi, è sufficiente la sola visita con esplorazione digitale.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 441XXX

grazie dottore ma che percentuale c'è che si formi questo problema? , perchè il mio chirurgo mi ha visitato a gennaio ben 3 mesi dopo l'ntervento con l'esplorazione digitale si sarebbe già potuto notare? comunque mi ha detto che è tutto normale il problema sono i tessuti poco elastici ,aggiungendo inoltre che servono mesi ma il problema si risolve da solo. Come mi devo comportare ,c'è un modo che possa capirlo da solo o devo cambiare medico?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende da caso a caso, dovrei visitarla per poterle dire con quale percentuale il suo caso si risolverà spontaneamente, ha necessità già adesso di un trattamento dilatativo o esitera in stenosi.
A distanza non posso dirle altro che attendere e seguire i consigli di chi l'ha in cura, se non vedrà giovamenti o anche adesso, se non è convinto di quello che le è stato detto, nulla vieta di richiedere una nuova visita proctologica.
Cordilai saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 441XXX

grazie ma vorrei sottolineare che evacuo normalmente senza difficoltà , addirittura lavo dentro con il dito senza difficoltà , il problema reale è post defecazione con bruciori soltanto ,che durano un paio d'ore , poi ritorna tutto più o meno normale. mi è stato detto che se avessi problemi di stenosi l'ano sarebbe chiuso e non avrei il canale cosi libero! percio non so che pensare; secondo la sua esperienza quando si torna completamente normale senza questi bruciori post defecazione ? le ricordo che ho fatto due interventi in 5 mesi.
e che dall'ultimo intervento sono passati 4 mesi.
grazie attendo risposta

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"con bruciori soltanto ,che durano un paio d'ore,"
"secondo la sua esperienza quando si torna completamente normale senza questi bruciori post defecazione?"

Mi dispiace ma, senza vedere di che cosa stiamo parlando, non posso indicarle i tempi di guarigione e dirle che cosa conviene fare per ridurli.
Si faccia ricontrollare, eventualmente, da altro proctologo se non crede (mi e stato detto che questi sintomi dureranno per altri 5-6 mesi perchè le cicatrici non danno l'elasticità dovuta) a quello che le è stato detto da chi l'ha operata.

Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com