Attivo dal 2008 al 2010
Salve,
giorni fa in seguito ad una defecazione difficile a causa di feci molto dure, ho avuto la sensazione di essermi graffiato o cmq fatto "male". Ho controllato subito e ho trovato nella carta igienica piccolissime perdite di sangue rosso VIVISSIMO.
Non mi sono allarmato perchè ho pensato si risolvesse come un qualsiasi taglio.

Purtroppo sono giorni che mi dimentico del problema perchè non ho nessun fastidio, ma ogni volta che defeco "sento" la ferita proprio all'uscita dell'ano (da un leggerissimo bruciore) e mi ritrovo questa perdita nella carta igienica.

Essendo SICURISSIMO della posizione praticamente "quasi esterna" della ferita dovrei preoccuparmi?

Inoltre è più di un mese che sto seguendo una cura di antibiotici (prima bactrim, in questi giorni invece ciproxin) e di diflucan. Gli antibiotici per superare un'infezione da staphylococcus aureus e il diflucan prescritto dal dermatologo per prevenire la nascita di funghi.

Queste medicine potrebbero in qualche modo compromettere la rimarginazione della ferita?

Cosa dovrei fare per far rimarginare la ferita? Usare dei detergenti particolari? Disinfettare come una qualsiasi ferita?

GRAZIE

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la terapia medica attuale non ha interferenza con la situazione descritta. Per effettuare una terapia efficace è tuttavia opportuno che si ponga una diagnosi corretta (ragade, sanguinamento emorroidario...) che prevede inizialmente (e spesso esaustivamene) la semplice ispezione medica. Dunque le raccomando la visita medica e, nel frattempo, può effettuare delle abluzioni semplici con l'uso di sapone abituale con l'accorgimento di non lasciare umidità nella zona perianale.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Grazie Dottore.
Da quando però sto prendendo questi antibiotici, ho moltissima aria nell'intestino (ed anche la parte interna della lingua rovinata).

Quest'aria, come la lingua rovinata, l'attribuisco proprio agli antibiotici perchè TEMPORALMENTE coincide con la loro assunzione, sbaglio?

Quest'aria che viene espulsa potrebbe in qualche modo interferire con la guarigione?

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
la flatulenza come effetto collaterale indesiderato è desritto per il fluconazolo, non altrettanto per la ciprofloxacina. Dunque è verosimile che questo sintomo sia da ascrivere al primo dei due farmaci considerati e che vi sarà remissione alla conclusione della terapia. Sull'opportunità di proseguire questa terapia è opportuno che senta il parere del dermatologo che l'ha indicata, segnalandogli i disturbi attuali.
Tale condizione non comporta interferenza con la sintomatologia e l'evoluzione delle condizione anorettale.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.