Utente 505XXX
Salve,

chiedo un vostro parere su un problema che ormai mi accompagna da diversi mesi.

Tutto è iniziato tre mesi fa che dopo essere andato in bagno sentii un fastidioso dolore nella zona anale.
Dopo qualche giorno, notando che il problema non si risolveva, decisi di presentarmi dal medico di base che mi diagnosticò una ragade.
Cura: Antrolin e gel antinfiammatorio locale.

Dopo vari giorni, senza miglioramenti, mi ripresentai dal medico che mi consigliò una visità proctologica.

Dopo una settimana fui visitato da un chirurgo privato che, dopo ispezione, mi diagnosticò una ragade.
Cura: Antrolin e gel antinfiammatorio locale.

Sempre dopo una settimana contattai il chirurgo, ed avvisandolo che il problema persisteva, mi prescrisse l'Emortrofine crema e pastiglie.

Ci tengo a precisare che in questa fase (dopo l'evacuazione) potevo sedermi solo dopo due ore e il dolore passava dopo 5/8 ore.

Applicai la crema, andai in bagno e quasi miracolosamente riusci a sedermi; il dolore/bruciore non passava ma almeno riuscivo a stare comodo.
L'unico problema è che si aggiunse la febbre.
Avvisai il chirurgo che incolpò lo stress, sottolineando che lui dalla visita non aveva trovato nessun ascesso.

Passavano i giorni ma niente, io sentivo ancora dolore.

Su consiglio di mia sorella andai in ospedale e la dottoressa mi diagnosticò la solita ragade anale, prenotai anche una visita proctologica sempre in ospedale.

Due giorni dopo feci questa visita, con tanto di anoscopio, e mi venne diagnosticata una ragade ad ore 9.
Cura: sempre Emortrofine crema.

In tutto questo, con l'aiuto di uno specchietto, mi sono accorto di avere due rigonfiamenti nella zona sinistra dell'ano, ma fuori dalla sua "circonferenza" per intenderci.
Hanno l'aspetto di due brufoli ma senza parte bianca, e se applico una leggera pressione esce una sostanza bianca inodore.
Sono questi "brufoli" che mi causano bruciore dopo l'evacuazione e mi impediscono di sedermi subito dopo, costringendomi a portare il peso a destra e solo dopo un'ora sedermi in modo retto.

I miei dubbi sono:
1- Ho notato che l'uso delle creme infiamma questi "brufoli" e aumentano il bruciore senza essere andato in bagno. Quindi, è possibile che sia colpa di quest'ultime?
2- Cosa possono essere questi due "brufoli"? E possibile che in tre visite nessun medico si sia accorto di niente?

Grazie in anticipo e scusate se può risultare poco chiaro ma non è facile riassumere senza omettere i particolari.

Aspetto vostre risposte.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di orifizi fistolosi. Potrebbe essere utile un' ecografia endoanale. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it