Utente 552XXX
buongiorno a tutti

sono un "ragazzo" di 38 anni, cercherò di fare un racconto esaustivo per capire se qualcuno di voi può aiutarmi. Da mesi ormai non riesco più a distogliere l'attenzione dai miei problemi intestinali. Tutto è iniziato con una sensazione di gonfiore su addome sinistro, poi su addome destro, che andava e veniva, come sentire la pancia tirare in quei punti. Il mio numero di evacuazioni giornaliere non è cambiato, eppure ho iniziato a prestare più attenzioni alle mie feci, che cambiano in continuazione. Morbide e pastose a volte, poi a pezzi, poi normali, poi al limite del diarroico. Sono andato da un gastroenterologo, il quale mi ha visitato, palpato l'addome, mi ha fatto un'ecografia dell'intestino e dell'addome trovando tutto nella norma. Mi ha consigliato una dieta fodmap e di fare il test per la celiachia (negativo). Ho trovato giovamento per un periodo, nel quale mi sono anche rilassato mentalmente ed ero arrivato alla conclusione di non avere nulla di grave. Basta però un episodio di diarrea che vado di nuovo in crisi e penso a qualche brutto male all'intestino o chissà a fegato o pancreas. Una cosa simile è accaduta la settimana scorsa, quando sono corso in pronto soccorso dopo due episodi di diarrea in due giorni consecutivi, e le analisi per funzionalità pancreatica, del fegato e GENERALI sono risultati tutti nella norma. eppure io continuo a non sentirmi bene, più che altro noto che ormai basta il men che minino cambio nella mia dieta giornaliera e subito tendo ad avere qualche problema intestinale. Oggi, ultimo esempio, è bastata una pasta (senza glutine) con un po' di panna e cipolle, per causarmi flatulenze seguite (nel pomeriggio alla consueta ora nella quale vado di corpo)da una diarrea (feci cremose miste a liquide) che ha imbrattato il water.
Io non so più cosa pensare. il gastroenterologo aveva escluso anche la possibilità della colonscopia, a suo parere inutile dopo la visita e le domande che mi ha fatto. il mio medico di base mi dice che ho solo molto probabilmente colon irritabile accentuato dall'ansia e da come mi concentro sul colon, ma io non mi capacito, non riesco a capire come ogni piccola modifica nella dieta mi causi problemi. è questa la vita che mi aspetta? intanto rendo impossibile la vita a me stesso e alla mia famiglia.
Le analisi fatte senza segni di anemie di nessun genere fanno ben sperare che non ci sia nulla all'intestino? il fatto che la lipasi fosse perfetta mi può far escludere il pancreas?

Aiutatemi a vivere una vita più serena.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita direi che la diagnosi di intestino irritabile è la più probabile.
Si tratta solo di trovare la terapia più adatta a lei (proverei rifaximina e probiotici).
Parallelamente deve curare la sua ansia!!!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 552XXX

la ringrazio per la risposta dr Bacosi.

cerco di consumare ogni giorno uno yogurt greco, cosa che in effetti nel periodo in cui mi ero tranquillizzato mi stava facendo bene (zero attacchi di diarrea, feci quasi normali), ma a me sembra un circolo vizioso, nel senso che se qualcosa va storto, torna l'ansia e poi tornano i problemi.
Subito dopo l'attacco di diarrea della settimana scorsa, anzi contemporaneamente, ho avuto una situazione familiare di grandissimo stress, tanto che ho avuto anche sintomi tipici di gastrite (cosa anche questa già accaduta in passato quando si presentavano stress forti improvvisi);
Stamattina, ad esempio, ho avuto di nuovo feci formate, ma a pezzi più o meno grandi.
Ricordo in effetti che il gastroenterologo mi parlò di una eventuale necessità di fare "pulizia" più avanti nel caso in cui avessi avuto ancora certi problemi.

le farò una richiesta apparentemente stupida, posso metterla al corrente sugli sviluppi in modo da avere un parere anche da lei? grazie mille

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente.
Curi la sua ansia!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 552XXX

Grazie per la sua importante presenza e per il bellissimo lavoro che fate con questa pagina!

[#5] dopo  
Utente 552XXX

salve dottore,

non vorrei darle l'impressione di fare un cronogramma dei miei sintomi, ma volevo chiederle un altro parere.
Intanto dopo l'episodio di diarrea di due giorni fa non ne ho avuti altri, che è una cosa tipica mia (nel senso che se ho un episodio è sporadico, poi torna tutto quasi normale).

Stamane però ho avuto feci piccoline e a pezzi, le famigerate feci nastriformi che tutti temono. è una cosa che mi è successa in passato, sempre al mattino, ma accade comunque molto di rado poi va via.

Ieri ho parlato col mio medico in generale della mie situazione, mi ha ripetuto che il cambiamento delle feci è proprio un sintomo del colon irritabile.

Ha suggerito che potessi prendere valpinax, che a suo dire è proprio l'ideale per persone che entrano nel circolo vizioso nel quale i "movimenti intestinali" stimolano l'ansia e l'ansia stimola i movimenti intestinali. Io però vorrei evitare di cadere nell'uso di ansiolitici del genere.

lei crede che questi cambi nelle feci incluse quelle di stamane possano rafforzare la tesi del ibs?
cosa pensa del valpinax?

grazie

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi sembra che il suo medico abbia interpretato bene la situazione.
Faccia quanto consigliato.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente 552XXX

Grazie dottore per la sua presenza.

eppure come le dicevo, gli ansiolitici non mi piacciono, ho visto mia madre come si è ridotta prendendoli, ora è "costretta" da anni ad aumentare le dosi per avere degli effetti.

Leggo che è un antispastico con ansiolitico : perdoni l'ignoranza, non esistono semplici antispastici senza l'ansiolitico?

mi conferma anche lei che le feci che variano spesso sono un sintomo che si riscontra nel colon irritabile?

grazie e scusi, buona domenica

[#8] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno dottore,


niente...il mio calvario non finisce. appena sto un po' meglio, succede qualcosa e si riparte. Dopo due giorni di feci normali, con evacuazione normale anche stamattina, dopo colazione ho avuto due scosse intestinali che mi hanno costretto ad andare di nuovo in bagno, con una piccola scarica di feci pastose piene di pezzi di pomodoro che non mangiavo da un po', ieri ho consumato un'insalata di pomodoro a pranzo e a cena, niente di esagerato.

Cosa devo pensare, che i pomodori in questo momento di ipersensibilità intestinale, mi abbiano irritato?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Definire un calvario un intestino irritabile mi sembra francamente esagerato!
I pezzi di pomodoro visibili sono indice di una masticazione frettolosa e parziale, tutto qui.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 552XXX

Grazie dottore per rimettere le cose "in ordine"

il calvario me lo sto creando io nella mia testa con le paure dei brutti mali e un'ansia che è diventata ingestibile (che sto comunque trattando, da qualche seduta, con uno psicologo).

è plausibile aver avuto quella seconda scarica (dopo feci normali) solo per aver masticato male l'nsalata la sera? perché prima ho avuto feci normali e poi questi due scossoni che mi hanno rimandato in bagno?

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo che è plausibile!
Non scrivo fesserie a casaccio......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 552XXX

Grazie dottore,non si irriti, che già in famiglia mi vogliono ammazzare.

grazie infinite per la sua pazienza, questa pagina da un servizio eccezionale, in un momento in cui è diventato difficile avere un rapporto diretto con i medici...anche quando li si ha di fronte...non so se mi spiego.

grazie ancora

[#13] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno dottore

ultime notizie:

non ho più avuto diarrea e vado le due volte al giorno come sempre.
C'è una novità però che ho notato e vorrei sapere se secondo lei può essere la mia dieta. La mattina vado al bagno come sempre ma con feci scarse, in realtà è sempre stato così nel senso che le feci sono più abbondanti quando vado al pomeriggio. Però ora sono meno abbondanti e tendono a volte ad essere piccole e dure.
Ultimamente, mentre prima mangiavo soprattutto finocchi, la sera sto consumando sempre carote crude. è possibile che questo cambio mattutino (una specie di addensamento delle feci) sia dovuto alle carote che consumo la sera?

grazie

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente 552XXX

Grazie dottore,

è che noto che non sempre la dieta fodmap si abbina alle mie "reazioni". nel senso che ad esempio, il sedano è consigliatissimo ma nel mio caso è un lassativo potentissimo. Il finocchio non è consigliato ma io lo gestisco meglio.

Mi è difficile trovare la verdura "perfetta" per il colon irritabile. A quanto pare le carote mi diminuiscono moltissimo i gas però mi danno una leggera stitichezza.

[#16] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno dottore,

la aggiorno.
in effetti la causa della stitichezza e delle feci piccole e dure erano le carote, appena ho smesso di consumarle tutto è tornato nella mia normalità, se così si può definire.
Le mie solite feci poco formate (una sorta di bolo fecale morbido ma deforme, come fossero vari pezzi uniti) che comunque espello senza problemi.
A volte, non sempre, noto un po' di muco che rimane galleggiante (credo sia muco, non so se sia muco o residui delle feci).
Ho rinunciato al valpinax, come le dicevo non voglio entrare nel "giro" degli ansiolitici, e ovviamente noto che quando la mia ansia cala i sintomi calano di pari passo.
Secondo lei dovrei comunque provare con il normix come mi aveva suggerito (anche il gastroenterologo durante la visita mi parlò della possibilità di fare "pulizia" nell'intestino), anche se l'unico "sintomo" sono le feci deformi?
Lei a fronte di questi sintomi crede che dovrei insistere per una colonscopia con il gastroenterologo (che la volta scorsa dopo avermi visitato aveva escluso senza il minimo dubbio)?

Grazie

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Io non ho avuto la possibilità di visitarla.
Ascolti i consigli del collega che l'ha visitata.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente 552XXX

Lo so dottore, capisco la sua posizione, solo che vedere il muco a volte, nell'acqua del water (anche se non tantissimo) mi fa pensare al peggio.

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il muco è tipico dell'intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente 552XXX

Salve dottore,

i problemi continuano, sto bene per qualche giorno, ora la novità è che ogni 10 giorni più o meno mi sveglio, vado al bagno normalmente, e poi dopo la colazione ho lo stimolo e vado una seconda volta, con diarrea.

Non so più cosa pensare e come potrà immaginare i medici in questo periodo dell'anno non sono facili da contattare.

Ormai l'ansia è diventata grande

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile e tanta ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente 552XXX

grazie dottore, se non ci fosse lei !!!

quindi non le sembrano sintomi da far pensare a cose peggiori?

[#23] dopo  
Utente 552XXX

Buongiorno dottore,

io continuo con i miei alti e bassi, giorni in cui mi dico che sto bene e altri in cui mi preoccupo. Una delle cose che mi succede ultimamente e mi sta facendo preoccupare molto è che a volte, sporadicamente, invece di andare al bagno due volte, vado solo una volta. è una cosa che succede a volte, giorni in cui l'intestino non risponde, non sento movimenti.
Ovviamente quando questo succede penso alla famigerata alternanza stipsi diarrea e mi terrorizzo.

[#24]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si faccia aiutare da uno psichiatra, la sua ansia è più grave del suo intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#25] dopo  
Utente 552XXX

Lo so dottore, sto andando da uno psicologo. Lei crede che tutti i sintomi siano solo e semplicemente legati a un colon irritabile?

[#26]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nuova domanda a cui ha già avuto risposta: tipico della psicosi d'ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#27] dopo  
Utente 552XXX

Salve dottore,

rieccomi, il suo incubo numero uno.
Finalmente sono riuscito a parlare con il gastroenterologo che mi ha visitato l'ultima volta, questi però è in trasferta e forse riuscirà a vedermi la prossima settimana. Gli ho accennato alla diarrea saltuaria che mi viene dopo mangiato (anche ieri sera una scarica) e anche lui ha detto probabilmente intestino irritabile. Mi ha detto lei non ha un cancro ma cerca solo più rassicurazioni personali. La sua sicurezza mi fa felice ma mi chiedo come possa essere così sicuro se mi ha solo fatto una eco e la palpazione. Mi ha parlato del normix ma ne parleremo la prossima settimana.
Ho letto però che in caso di sibo il normix può creare resistenza di certi batteri. è vero?

grazie per la sua pazienza

[#28]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come tutti gli antibiotici.
Ha ragione il suo gastroenterologo la sua ansia è peggio dell'intestino irritabile....
O forse l'ho detto io?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#29] dopo  
Utente 552XXX

Oltre ad aiutarmi mi fa anche ridere dottore.

Comunque non mi sono spiegato, sul normix è che ho letto che ci sono diverse cure. Se viene dato per il colon irritabile, allora la cura dura meno e con 800 mg al giorno, se si sospetta la sibo si da per due settimane e 1200mg, vero?
Non vorrei avere una sibo e peggiorarla facendo una normale cura per il colon irritabile

Grazie dottore

[#30]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non dipende dalla dose.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#31] dopo  
Utente 552XXX

Dipende da come reagisce l'individuo? o dalla durata della cura?

[#32]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dipende dai batteri.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#33] dopo  
Utente 552XXX

Quindi diciamo così, si corre il rischio ma ne vale la pena

[#34] dopo  
Utente 552XXX

Caro dottore,

le scrivo per ringraziarla per la grande pazienza che ha avuto con me e per la sua presenza.

Negli ultimi 20 giorni sono stato decisamente meglio, feci compatte, nessun episodio di diarrea post prandiale.
Cosa ha fatto la differenza? Sto prendendo una pastiglia di simeticone prima di andare a letto e soprattutto, mi sono calmato.
Avendo chiamato tempo fa il mio gastroenterologo, in uno dei miei momenti di ansia, questi mi ha voluto comunque vedere due giorni fa. Mi ha nuovamente visitato, abbiamo parlato, mi ha ripetuto che non ho nulla di patologico e solo dei lievi sintomi da colon irritabile.
Lui crede poco anche alla storia del simeticone, pensa che sia più che altro una cosa che mi da serenità e che quindi ha effetto.
Mi ha eseguito anche una esplorazione rettale perché in quei giorni avevo avuto un leggerissimo pizzicore alla prostata, ma non ha trovato né prostata ingrossata, né emorroidi infiammate.

Insomma sto meglio, ho a volte, dopo i pasti, un leggerissimo senso di pesantezza rettale (niente di che e va e viene), ma dopo l'esplorazione anche questo dovrebbe essere riconducibile a un lieve sintomo da colon irritabile.

La volevo ringraziare di nuovo, questa pagina e il vostro lavoro sono meritori, mi siete stati vicini in un momento di difficoltà.

Buon ferragosto