Utente 177XXX
Buongiorno,
signora 75 anni, operata di tumore al colon nel 2011, asportazione parte di ano e 80cm di intestino.

Dopo il sacchetto torna dopo 1 anno alla via normale.

Poi sempre sofferto di periodi di diarrea e di periodi di stipsi, ora è arrivata ad avere un prolasso intestinale di stadio 2, e ad avere solamente periodi di stipsi, che riesce a risolvere solo con purghe.

Manifesta praticamente sempre dolore anale e per conseguenza di tutto ciò mangia pochissimo con tendenza al dimagrimento.

Gli esami del sangue e colonscopia vanno bene.

Ora la domanda è: si può continuare a prendere purghe all'infinito?
tipo due volte a settimana?
Avete qualche particolare purga da consigliare?

Avete qualche terapia consigliata?

La sua dieta è pranzo: mezza sogliola o petto di polle e una banana; cena un pugno di riso
ultimamente ha aggiunto frullati di finocchio e di kiwi.
Al mattino te con 3 biscotti plasmon.

Grazie Distinti Saluti
G

[#1]  
Dr. Maurizio Gentile

16% attività
16% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2020
In premessa bisognerebbe interpretare il significato dell'intervento praticato con l'asportazione di parte dell'ano (probabilmente una resezione con anastomosi colo-anale) che potrebbe comportare notevoli problemi funzionali . La presenza di un prolasso è perfettamente compatibile con l'anamnesi cosi come inizialmente è stata presente la diarrea che è il primum movens dell'attuale situazione..
Nell'ordine bisognerebbe : valutare il prolasso con defecografia o defecoRMN ,valutare le condizioni della paziente e quanto sia invalidante la patologia, utilizzare decongestionanti locali (tipo mesalazina) e migliorare la stipsi .Non posso pronunciarmi circa la possibilità di correzione chirurgica perchè è condizionata da questi fattori, soprattutto dalle condizioni generali della paziente
Prof.. maurizio gentile