Utente 209XXX
Buonasera,
tornato da Zanzibar a seguito di una dermatite sotto al piede sx mi è stata diagnosticata da un dermatologo una infezione da "Larva Migrans".
Durante la visita il medico mi è sembrato fin troppo tranquillo e rilassato senza dare troppo peso alla mia infezione.
Mi ha detto che la larva non potendo penetrare gli strati di pelle non sarebbe mai arrivata all'intestino e che probabilmente sarebbe già morta.
La terapia è stata Zentel una pasticca da 400mg due volte al giorno per tre giorni e impacchi con amuchina per cinque giorni.
Durante la visita ero piuttosto tranquillo ma ora mi sono venuti alcuni dubbi:

1)La sicurezza e la tranquillità mostrate dal medico sono reali o sarebbe più opportuno fare ulteriori visite e/o terapie più specifiche.

2) E' possibile senza l'ausilio di strumenti stabilire con certezza se la larva è morta oppure no?

3) Finita la cura quanti giorni ci vogliono per guarire definitivamente e in che modo il mio piede espellerà l'ospite indesiderato?

Premetto che queste richieste non vogliono essere assolutamente una mancanza di fiducia nei confronti del mio dermatologo,ma purtroppo in questi giorni l'unico ricordo che ho della splendida vacanza è questa mia infezione.

Ringrazio in anticipo coloro che volessero darmi una risposta in merito.
Buon 2010 e saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
La tranquillità del suo dermatologo è assolutamente condivisibile. Non sono necessari accertamenti particolari.
L'uomo è un ospite accidentale della larva migrans e le larve sono prive degli enzimi necessari per penetrare attraverso il derma. Perciò la malattia rimane confinata alla cute quando un uomo si infetta.
La malattia tende alla risoluzione spontanea in alcune settimane perché le larve, non potendo raggiungere l’intestino dell’ospite per completare il loro ciclo vitale, muoiono
La terapia con altielmintici per via sistemica serve ad attenuare la sintomatologia pruriginosa ad evitare le sovrainfezioni e ridurre i tempi di guarigione.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#2] dopo  
Utente 209XXX

Grazie di cuore Dott.Biagioli per la sua tempestiva risposta.
Il medico che mi ha visitato mi è sembrato piuttosto preparato in materia e sicuro di quello che diceva,ma la mia ansia mi ha creato i dubbi che ho esposto.
Cercherò di aspettare con tranquillità la fine della malattia.
Grazie e saluti