Utente 146XXX
Buongiorno, il mio ragazzo ha contratto il fuoco di sant'antonio. Ho letto che è contagioso nei confronti di chi non ha mai avuto, come me, la varicella. Ho letto altresì pareri discordanti circa le modalità di contagio, chi dice che è sufficiente stare nella stessa stanza del malato in quanto il virus si trasmette attraverso l'aria respirata, chi dice che invece il contagio può avvenire solo se si entra in contatto con le vescicole nei primi giorni di malattia, mentre quando si sono già formate le croste non è più contagioso. A questo punto mi chiedo come comportarmi. Possiamo continuare a vederci o è bene lasciar passare un po' di tempo e quanto? Possiamo continuare ad avere rapporti sessuali? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
purtroppo tante persone perdono delle ottime occasioni per tacere e le leggende metropolitane abbondano.
Nei primi tempio, durante l'incubazione e nel primissimo periodo delle vescicole. la malattia è contagiosa, anche se poi si manifesterà come varicella, non certo come Herpes Zoster. Quando ci sono le croste la malattia è ormai è in fase calante, non più contagiosa.
Per il resto vivete in maniera normale la vostra relazione.

Saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 146XXX

La ringrazio molto per la risposta esauriente. Saluti.