Utente 169XXX
Ringrazio anticipatemente nel caso seguirà risposta.
Da un mese sono alle prese con papulle da mollusco contaggioso, prima comparse sul ventre poi sul viso e collo per un numero totale di circa 20 manifestazioni. Non ho avuto rapporti sessuali a rischio, ma frequento quotidianamente luoghi ad alto affollamento (piscine, mense, etc.). Il mio dermatologo di fiducia ha avviato un trattamento con crioterapia sulle zone interessate.

1. Dopo varie sedute effettuate ancora vedo spuntare nuove papulle, necessito di analisi più approfondite? Quali?

2. Sulle prime zone del viso trattate è residuata una macchia rossastra anulare, tale inestetismo è permanente? Se si, ci sono delle tecniche per l'eliminazione di questi inestismi? In caso contrario i tempi per la scomparsa naturale di simili macchie quanto possono durare?

3. Generalmente questa infezione rimane in uno stato di latenza? Se dal trattamento sfuggono papulle di piccole dimensioni o difficili da individuare vanno via da sole o sono mezzi di nuove manifestazioni?

Grazie per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Generalmente il trattamento di questa patologia, esclusivamente cutanea , dovuta ad un pox virus, è distruttivo .
Si usano vari metodi (curettage, crio , DTC, laser , etc)a seconda del curante.
Nel caso della crio le lesioni , tipiche da danno termico, da lei lamentate ,tenderanno presto alla regressione. Non le esponga al sole.
Non vi sono altri accertamenti se non l'occhio del dermatologo , coadiuvato ev.da lenti e dermatoscopi.
Vanno comunque eliminate tutte (il nome della patologia non è casuale).
Dovrà tornare quindi a controlli successivi.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 169XXX

Grazie mille