Utente 203XXX
mi rivolgo al dott.Laino o a chiunque voglia fornirmi una risposta purchè chiara. da quando ho cominciato ad assumere fevarin per la cura di un disturbo d'ansia ho notato una copiosa caduta dei capelli soprattutto nella regione fronto-temporale e i capelli sopra e davanti sono molto più chiari rispetto a quelli della regione occipitale
mi è stato diagnosticato un defluvium e mi sono stati prescritti un integratore binat e uno shampoo sebostatico. dopo 15 giorni di terapia non vedo alcun miglioramento. vorrei capire se il defluvium ha una base ormonale? i capelli mi ricresceranno? la terapia è giusta per un defluvium?

io non mi spiego come è possibile che in merito a una definizione che descriva un quadro clinico e dovrebbe far chiarezza c'è una tale eterogeneità nell'interpretazione

cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
senza avere fatto una visita si può solo parlare per astratto. Questo è il limite del web.
Invece, ciò che si può dire in base a ciò che ci dice è che, in alcuni casi di patologie psichiatriche, si può riscontrare un defluvium, ma in pazienti che prendono farmaci non psichiatrice, non ansiolitici, e che tale fenomeno può essere associato alla seborrea.
La conclusione è che, probabilmente, ha biosogno di una terapia più composita ma tendga conto che, quando si tratta di capelli, una terapia va giudicata dopo almeno 3 -4 mesi, non prima.
Operativamente, nuova visita dermatologica, per valutare la situazione ed applicare i correttivi necessari.

Saluti
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 203XXX

grazie dottore è stato chiarissimo

in realtà questa terapia il dermatologo me l'ha prescritta per fare una pulizia prima di iniziare a operare specificamente perchè ha detto che avevo molto sebo, dopo, parole sue, è intenzionato a aggiungere minoxidil

a oggi sono passati 20 giorni dalla visita lei ritiene sono sufficienti per debellare o quantomeno ridurre il secreto sebaceo con lo shampoo, posso già stabilire col dermatologo un nuovo controllo per modificare la terapia?

Mi chiarisca un ultimo aspetto se possibile...
lei dice che il termine defluvium è generico e rappresenti un nucleo diagnostico personale e non un aspetto funzionale oggettivo quindi non definibile a prescindere dalla visita?...le chiedo questo perchè sono molto confuso dal consulto del web...c'è chi associa il defluvium all'alopecia androgenetica chi invece al telogen effluvium? a priori non è vero nè l'uno nè l'altro? non si può dire se nel caso di un qualsiasi defluvium c'è alla base un disequilibrio ormonale?se si in che modo si valuterebbe

cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ogni caso va esaminato a se stante. Aspetterei ancora un pò pre contattare nuovamente ilmio dermatologo, 20 giorni sono un pò pochini

saluti
Luigi Mocci MD