Utente 290XXX
salve, ho 25 anni e due anni fa mi hanno diagnosticato una alopecia androgenetica.
Ho fatto una cura con questi prodotti,: Aloxidil lozione, Pilus compresse finasteride,
shampoo kuten, balsamo Tricores B, e Triconicon compresse vitamine.
Devo dire che facendo questa cura ho notato veramente ottimi miglioramento, infatti il mio stato che vedeva i capelli diradati con un pò di chiazze bianche, era diventato cn un ottimo infoltimento della cute.
Ho fatto un anno è mezzo questa cura poi stupidamente ho staccato, fine estate 2012 ho visto che i capelli erano ritornati allo stato di prima, quindi ho fatto di nuovo una visita dallo stesso specialista e mi diede gli stessi prodotti, però il mio dubbio era di sapere il motivo di questa cosa.
Cosi optai di andare da un altro specialista che mi fece una visita molto accurata e mi confermo della alopecia...
Però mi disse che nn avevo bisogno di utilizzare l'aloxidil, ed io chiesi il xchè, e mi rispose che l'aloxidil creava un illusione di riscrescita dei capelli, cioè i capelli riscrescevano, però l'aloxidil gli annullava la fase di morte, però se veniva stoppato tutti i capelli che erano cresciuti cadevano subito...solo finasteride disse di utilizzare.
Mo non sò se sia vero o no, cmq sto riutilizzando solo la finasteride e poco a poco sto vedendo i risultanti, lenti, però li sto rivedendo..
i miei dubbi era. é si può fare un piccolo intervento di infoltimento
nelle zone dove mancano i capelli, giustamente mantenendo la cura di finasteride?
o se c'era un altro metodo per riuscire ad ottenere risultati maggiori, senza utilizzare un intervento..
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
pur dissentendo sulla visione prospettica del minoxidil data dal collega , con tutto il rispetto , mi concentro sulla sua domanda.
Certamente un autotrapianto si può fare , e l'uso concomitante di finasteride è utile.
In alternativa si può incrementare l'uso locale di lozioni con principi attivi (minoxidil , estrogeni specifici, progestinici, retinoidi, cortisonici, teofillinici, spironolattone , etc etc) su prescrizione magistrale di dermatologo esperto di tricologia. E si avrà verosimilmente un risultato anche in questo caso.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 290XXX

Grazie per la risposta, quindi potrei utilizzare con finasteride altri componenti x avere risultati migliori. anche se le devo dire che già finasteride sta riempiendo le varie zone bianche, pensa anche sulle tempi, che mi sembra strano, perchè molti mi hanno detto che in quella zona nn funziona.. cmq una domanda, rimanendo in tema di soluzioni, è meglio optare per un infoltimento o andare avanti con prodotti?
perchè facendo due conti, la somma che spendo in un anno potrei per i prodotti potrei arrivare a fare un trapianto.
Grazie e cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
la metodologia medica consiglia come prioritario l'intervento medico , quando possibile, posponendo l'atto chirurgico. questo quando ovviamente non vi siano controindicazioni , che nella fattispecie non si vedono. In parole povere , io personalmente, proverei fino in fondo la strada medica, lasciando la chirurgia in caso di insoddisfazione .
Sulle valutazioni economiche non saprei dirle, purtroppo. Quelle sono valutazioni personali
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 290XXX

Ho capito, la ringrazio per le risposte che mi ha dato, ora valuterò.
Anche se il tempo di utilizzo di finasteride è poco, dovrei aspettare intorno 6 mesi massimo un anno per vedere bene i risultati, che man mano con il tempo saranno più visibili.
Sennò opterò per un intevento per avere risultati migliori, del resto volevo fargli un ultima domanda, molti parlano del metodo PRP, cioè prelevando il propio sangue e utilizzare le piastrine, cosa ne pensa di questo metodo? se realmente è possibile fare?
Grazie e buona giornata!