Utente 131XXX
salve!

sono un ragazzo di 22 anni, è da circa 2 mesi che sotto il prepuzio si forma molto smegma, nonostante l'igiene intima più che quotidiana. ciò non mi era mai successo, e a questo, circa un mese fa, si è aggiunto un piccolo taglio doloroso sul prepuzio, il quale si è ristretto per qualche giorno rendendo un po' più difficile la scopertura del glande.
il mio medico in quell'occasione mi ha prescritto del canesten e il tutto si è risolto in 3 giorni. tuttavia non è diminuito lo smegma che variava in quantità ma è sempre stato fastidiosamente presente.
ieri si sono ripresentati due dolorosi taglietti uguali al primo di un mese fa, e come la prima volta il prepuzio è più secco, rosso e più stretto. ho ricominciato con canesten e già oggi sembrano guarire. ma dovrò continuare così? non c'è qualche farmaco magari orale più efficace che debellerebbe la candidosi (se di questo si tratta) definitivamente?
sono insieme ad un ragazzo da quasi un anno e ho rapporti costanti e solo con lui, raramente (e soprattutto non dopo quell'episodio) senza preservativo, lui non ha contratto la candida, o almeno non sembra, posso averla presa durante un rapporto anale?

ringrazio anticipatamente!!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Luca Giliberto

24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVIGLIO (BG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
in linea di massima bisognerebbe visionare il prepuzio che però dalla sua descrizione sta cominciando ad essere fimotico (cioè stringersi); io penso che sarebbe opportuno l'intervento di circoncisione (naturalmente previa visita) e se si tratta di balanopostite micotica oltre al canesten (ottimo) vi sono anche delle compresse da assumere per via orale (diflucan), pero', ripeto, bisognerebbe liberare il solco balano prepuziale (cioè fare la circoncisione)
A sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento ai mie recapiti
Cordiali saluti
Dott GL Giliberto
Dott. G.L. Giliberto

[#2] dopo  
Utente 131XXX

grazie per la celerità!
tuttavia non ho mai sofferto di fimosi e il prepuzio si stringe solo durante la micosi. già oggi che è il secondo giorno di canesten è morbido come prima. il mio problema è lo smegma che come scrivevo sembra rimanere anche dopo il trattamento con canesten, è sintomo della micosi non totalmente guarita o è normale?prima non ne soffrivo!
grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Caro utente,
Prima di una terapia è necessaria una diagnosi corretta, petanto la invito ad una nuova visita dal suo dermatologo di fiducia che dovrà chiarire il suo problema: non ultimo potrebbe trattarsi non di una fimosi, ma di una para-fimosi post-infiammatoria per talune cause infettive, ma non si può escludere un problema di diversa natura, il lichen sclerosus è una delle oppoortunità.
non rimane che una visita dermato-venereologica.
Cari Saluti.
Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, Roma
www.latuapelle.org
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
un consiglio spassionato, da Chirurgo.
Mai, dico mai, sottoporsi ad intervento di circoncisione per una fimosi post-infiammatoria, specie se micotica, se non dopo completa risoluzione del quadro clinico.
Soloma quel punto si capisce cosa bisogna fare e come agire.
Essenziale una visita Specialistica Dermatologica anche per escludere la diagnosi di Licken. Non considerare questa ipotesi, comporta complicanze severe post-operatorie, difficili da gestire e spesso impossibili da gestire. Spesso per rimediare a problemi del genere occorrono interventi lunghi e spiacevoli di Chirurgia Plastica.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Luca Giliberto

24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVIGLIO (BG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Solo una breve replica ai colleghi intervenuti: è normale e sott'inteso che prima bisogna curare e guarire un'eventuale processo infettivo (micotico o infettivo che sia, con le adeguate terapie del caso, ecco perche' serve la visita), in secondo luogo nel caso di lichen sclero atrofico del prepuzio è indicata la circoncisione e, almeno nella mia esperienza (istologici di lichen sclerosus ne ho visti parecchi), questo non comporta (se l'intervento è fatto a regola d'arte) sequele post-operatorie o addirittura lunghi interventi di chirurgia plastica. Per ultimo, le fimosi possono essere di diversi tipi (assolute, relative, serrate e non) dalla descrizione mi è sembrato di capire esserci una infiammazione del prepuzio recidiva dopo terapia ed una iperproduzione di smegma correlata o non nel solco che potrebbe autoalimentare l'infezione. Ora, io non ho visto il paziente ma il mio parere, e lo torno a ripetere, che una cura adeguata deve essere la prima fase, poi se il problema persiste (arrossamenti, tagli sul prepuzio, atteggiamenti fimotici) si dovrebbe prendere in considerazione l'intervento di circoncisione.
Cordiali saluti
Dott GL Giliberto
Dott. G.L. Giliberto

[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
rispondo nuovamente per non correre il rischio di rendere ancora più confuse le Sue idee.
Posso ribadire quella che è la mia esperienza personale di collaborazione con Colleghi Dermatologi.
Ovvio che una fimosi da Lichen può e deve essere trattata chirurgicamente.
Ma è altrettanto ovvio che l'intervento va programmato dopo un trattamento specifico, che delego ai Colleghi dermatolgi, per un tempo varibile da 3 a 6 mesi. Operare di circoncisione un paziente con Lichen equivale ad avere una recidiva quasi certa sul prepuzio residuo. Tenendo conto che il suddetto prepuzio residuo è "misurato" dall'intervento, è facile intuire quello che più volte mi è capitato di vedere...E cioè un prepuzio con Lichen sclero atrofico, di nuovo fimotico, ridotto al minimo, tanto da rendere molto ma molto problematico il problema della risoluzione, prima medica e poi chirurgica, della situazione. Per i curiosi, ho un archivio fotografico degno dell'agenzia ANSA.
Quindi, a mio parere, nel sospetto di Lichen, sempre e dico sempre PRIMA visita e terapia dermatologica. Quindi intervento, ma con un consenso informato degno di questo nome.
Ancora auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#7] dopo  
Utente 131XXX

grazie per le numerose risposte!
non credo sia lichen dato che non ho aree biancastre della pelle, a cui il mio medico aveva detto di far attenzione e di farmi rivisitare nell'eventualità fossero comparse. ora cmq dopo 4 giorni di canesten sembra esser andato tutto a posto, vediamo se ricomparirà il fastidioso smegma. grazie ancora e complimenti per il sito

[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
concordo col prof. Martino.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it