Utente 848XXX
Buongiorno,
scrivo per un problema di psoriasi da un anno e mezzo al pene (glande e prepuzio).
Non riesco ad avere più rapporti sessuali in quanto il pene si taglia di circa un centimetro dove molti anni fa avevo avuto un intervento di frenulectomia e non posso continuare il rapporto sessuale per via del dolore che questo taglio mi provoca, oltre che al forte bruciore dovuto allo sfregamento.

Come trattamento mi è stato dato del Travocort con conseguente peggioramento perchè mi si stava assottigliando la pelle.
Successivamente un altro dermatologo mi ha prescritto una crema lenitiva che toglie l'acqua dalla pelle, con la quale ho avuto miglioramento ma non riesco comunque ad avere rapporti sessuali per via della ragade che permane sempre a livello sottocutaneo e si apre durante il rapporto.

Mi è stato infine consigliato di valutare con un urologo un possibile intervento per sistemare la situazione nel punto dove si forma la ragade, però ho letto in internet che c'è il rischio di un aggravamento per via del trauma meccanico dovuto a un intervento (fenomeno di Koebner).

Quindi mi chiedo e vi chiedo se è possibile un intervento?
Oppure può aver senso prendere un farmaco biologico o affine, essendo l'area limitata ma provocando un grave disagio e non potendo avere più una vita normale di coppia?

Oltre al pene ho psoriasi a livello anale (dal 2001 circa, ho fatto una biopsia cutanea di recente ed è stata confermata la diagnosi di psoriasi), e leggera a livello perianale e dello scroto.
Da 2 mesi mi è venuta anche in una piccola parte di un piede.
Al pene invece non ho mai fatto biopsie cutanee.

Ringrazio di cuore se qualcuno potrà aiutarmi.

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Consiglio di aggiornare subito la terapia con una peniscopia digitale e una valutazione di questa lesione che non dovrebbe essere presente a prescindere dalla Psoriasi. In caso di ulterirori dubbi potrebbe essere necessaria una biopsia, ma di questo deve parlarne in sede di visita diretta.

Mi faccia sapere.
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Direttore Centro Latuapelle Roma
www.latuapelle.it
www.lichensclerosus.it