Utente 108XXX
salve,
sono una ragazza di 22 anni e soffro da parecchi anni di un acne che si "aggrava" maggiormente nel mese di novembre fino a marzo/aprile, poi quando comincia ad entrare l'estate si "affievolisce"e col l'effetto combinato di mare e sole quasi scompare. ormai cerco di curarla da 6 anni ma con le varie creme non ho mai risolto nulla. qualche mese fa ho cambiato dermatologo per avere un consulto e vedere se coincideva con gli altri pareri dei medici che mi hanno visitata. questo mi ha prescritto una cura di MINOCIN 100mg, una capsula al giorno dopo pranzo (l'ho presa dal 6 marzo fino al 2 aprile)ma sono stata costretta a sospendere perchè mi sono sentita male (nausea,vomito,vertigini e sudavo fredda,insomma le controindicazioni del medicinale),in più ho riscontrato un ritardo del ciclo mestruale di quasi un mese (di solito sono sempre precisa nel ciclo). è possibile che questo antobiotico mi abbia provocato un ritardo del ciclo mestruale? oltre al minocin il dermatologo vorrebbe prescrivermi la pillola anticoncezionale di cui non mi ha ancora detto il nome ma io non sono molto fiduciosa nel suo effetto dato che mi hanno detto che fa ingrassare,porta scompenso ormonale ecc ecc anche se so che ovviamente è tutto soggettivo.
sono disperata,non so più cosa fare per combattere questa maledetta acne!
spero in una vostra risposta!
ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
allora, se vogliamo parlare in termini scientifici siamo prionti, ma se dobbiamo iniziare con la solita tiritera dello spiegare che i pazienti sono spesso infarciti di luoghi comuni per i quali non vale certo il detto "vox populi vox Dei" direi che, almeno io, alzo bandiera bianca, perchè è una lotta contro la retriva ignoranza instillata nelle menti dai media che dura tutti i giorni dall'inizio della mia carriera.
Tante persone attribuiscono ai farmaci effetti collaterali ridicoli, anche perchè leggendo gli effetti collaterali si autosuggestionano, anche se, nel suo caso, una sorta di scarsa sopportazione gastrica mi è stata alcune volte descritto quindi credo sia da ascrivere al farmaco, ma uil resto ed il ritardo del ciclo mestruale penso lo possa ascrivere opiù allo stress ingenerato dalla vicenda che al Minocin.
Piuttosto, anzichè farsi prescrivere prodotti estroprogestinici da un dermatologo che, per usare un termine inglese, è privo del Know - How del suo uso, faccia una visita presso un ginecologo che fa l'endocrinologia ginecologica, in modo tale da fare valutare il suo asseto ormonale cui portare le eventuali correzzioni si manifestassero necessarie e contemporaneamente dal dermatologo di sua fiducia facia una terapia seria per l'acne. Ah, si ricordi che gli antibiotici della famiglia delle tetracicline ed altri farmaci non sono indicati come terapia qualora si assumano preparati estro progestinici perchè volgarmente detto, è come se gli inattivassero. Poi la storia della pillola che gonfia eccetera è una fisima delle donne italiane: esistono decine di pillole differenti ed è ora possibile calibrarle al massimo sul tipo di paziente che le asume. Si tratta solo di trovare un èrofessionista davvero serio e competente.

Buona Pasqua


Mocci
Luigi Mocci MD