Utente 163XXX
Salve,
non vorrei approfittare della disponibilità di Voi medici, ma la domanda che sto ponendo spero possa servire a molti.
In questo mese mi sono sottoposto a delle LAMPADE abbronzanti (docce a Bassa Pressione e a lettino/facciale ad Alta Pressione) ma mi sono state riportate in merito - tutte le volte - informazioni discordanti.
Vorrei a tal proposito sottoporre alcuni quesiti

- che differenze ci sono tra lampade ad Alta e Bassa pressione? E quali si possono considerare le meno dannose per la pelle?
- con quale frequenza si consiglia di sottoporsi a trattamenti abbronzanti (immagino sia dipendente anche dal fototipo) e per quanto tempo?

Presso i solarium mi hanno consigliato (ma mentre mi consigliano dentro di me penso..."ma me lo stanno consigliando perchè hanno appena investito su quelle ad alta pressione o sono consigli spassionati?" ) le lampade ad alta pressione;
Se per quelle a BASSA pressione ho verificato un maggiore arrossamento della cute, con quelle ad ALTA mi sembra che la pelle ne abbia risentito di più (comparsa di macchie bianche appena accennate)
Cosa ne pensate in merito?
Grazie per la cortese attenzione

[#1] dopo  
Dr. Marcello Stante

28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
gentile amico,
indipendentemente dalla "pressione" di una lampada abbronzante esse sono da sconsigliare (secondo la letteratura scientifica internazionale, supportata anche dal giudizio della Food and Drug Administration FDA americana) calorosamente, in quanto rappresentano una aggiuntiva dose che si somma a quella naturale) di raggi UV, ne consegue:
un maggiore e più precoce invecchiamento cutaneo
un aumento delle lentiggini (macchie) solari
una vasodilatazione con induzione di couperose del volto
un maggior rischio di sviluppare carcinomi cutanei
un maggior rischio di sviluppare il melanoma
tale pratica attiene unicamente a sodisfare il bisogno di vedersi più abbronzati ma è da ritenersi dannosa in misura proporzionale al suo impiego.
spero di essere stato chiaro ma credo che valga la pena di sottolineare un concetto così importante.
cordiali saluti
Dr Marcello Stante
STUDIO MEDICO DERMOESTETICO
V. Berardi 18 - Taranto
dottstante@tele2.it