Utente 116XXX
salve
sono un ragazzo di 18 anni,
sono circonciso da 15 giorni per fimosi serrata (circoncisione totale) e ciò che mi preoccupa maggiormente ora come ora è il mio alto grado di sensibilità al glande che nonostante i 15 giorni dall intervento si è abbassato di molto molto poco.anzi direi quasi niente!
io naturalmente vorrei risolvere prima possibile il problema della sensibilità anche perchè sono fidanzato da più da due mesi con una ragazza "scalpitante" che ogni due secondi mi lancia delle battutine riguardo un eventuale rapporto sessuale, naturalmente sono costetto a evitarla PURTROPPO.

questa situazione però non sarebbe molto favorevole per i nostro rapporto..io quando sono con lei ho una voglia matta di buttarmi su e mangiarmela xò purtroppo manca la materia prima..il mio pene!!..ogni erezione che ho è una tortura per me..ma non per i punti, quelli non tirano,ma per la sensibilità! che fa strisciare in mio glande nelle mutande!

premetto che ho iniziato a restare senza garze da due giorni,a come cammino sembro una mummia ma mi sforzo per arrivare prima possibile a quella tanto desiderata "cheratizzazione"!!
avrei un dubbio,
noto che il mio glande stando sempre scoperto arriva ad un punto che toccandlo poco poco non fa male e non da neanche fastidio (al contrario se lo sfrego) però quando vado a metterci un pò d acqua o a bagnarlo in generale, mi ritorna sensibile tale e quale a prima, è come se bagnando si annullasse tutto l effetto ottenuto fino ad ora..a questo punto mi chiedo, se faccio tanto per tenerlo nelle mutande mi dispiace che appena vado a bagnarlo ritorna la sensibilità di sempre..allora cosa devo fare??
mica posso evitare di bagnare il glande? lo dovrò pur lavare no??
è una situazione momentanea questa o durerà per molto??
e soprattutto, siccome in 15 giorni la mia sensibilità è quasi tale e quale a prima, ci sarebbero dlle creme che aiutano la cheratizzazione??

la ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

ritengo utile la lettura dell'articolo schematico che ho scritto per l'utilità dei pazienti afferenti al nostro serivizio - sulla ipersensibilità del glande all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=53686

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 116XXX

si infatti quell articolo l ho letto un bel pò di volte,so che la mia ipersensibilità ha quasi sicuramente cause secondarie in quanto ho avuto il glande coperto per 18 anni, anche il mio urologo mi consiglia di non preoccuparmi perchè pian piano il mio glande si cheratizzerà, e così sto facendo..

il problema che mi pongo adesso maggiormente non è il tipo di ipersensibilità, da dove viene ecc..voglio dire, partendo dal presupposto che la mia ipersensibilità dipende dalla fimosi serrata che ho avutofino ad ora, le risulta che ci sono rimedi più sbrigativi per risolvere questo problema?
magari qualche crema che permette di desensibilizzare prima, un metodo un pò meno "fatto in casa" perchè sinceramente tenendo il glande libero nelle mutande e non applicarci sopra nessuna crea o non assumere nessun medicinale non mi sembra un modo per risolvere drasticamente il problema..mi sbaglierò..per questo le chiedo, è così?