Utente 932XXX
Sono una ragazza di 24 anni, allergica dalla nascita alle proteine del latte; dal 2006 circa mia sorella di 28 anni ha scoperto di essere celiaca; ho pertanto fatto le analisi genetiche e sono risultata positiva (presenza di HLA DQ2). Nel 2007 l'emocromo risultava nella norma, gli anticorpi anti glutine IgG 22,1 - Ac anti tireoglobulina 222 - Ac anti Tireoperossidasi 26,00 - Ac anti transglutaminasi IgA 0,3 - Ac anti transglutaminasi IgG 0,1.
Nel 2010 ho fatto altre analisi e il medico ha riscontrato un'anemia megaloblastica (Globuli Rossi 3,71 - Ematocrito 36,1 - MCV 97,2 - MCH 32,7)
Ho pertanto assunto integratori di acido folico e vitamina B12 per circa 1 mese.
Le analisi successive hanno mostrato valori nella norma per quanto riguarda l'emocromo (solo RDW basso 12,6 ma il medico ha detto che non è rilevante), folati 4,69, e vitamina B12 212. La Ferritina però è risultata 10,83 mentre Ferro 169. Non so se possa essere importante ma negli esami del 2010 i neutrofili sono risultati leggermente più bassi (1,6).

Il mio dubbio è capire se la carenza da vitamina B12 e ac folico può essere esclusivamente colpa di una dieta carente, o se necessariamente significa che ho un malassorbimento dovuto ad assenza del fattore intrinseco e perciò forse alla celiachia.
Infine vorrei sapere se la ferritina bassa con però ferro (169) ed emoglobina (12,1) nella norma può essere significativa o meno.

Ad onor di cronaca va detto che negli ultimi tempi sto cercando di assumere un po' meno carboidrati.

grazie per l'attenzione

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
l' HLA DQ2 indica una maggior predisposizione alla celiachia ma lei non ha una positivita' degli anti transglutaminasi, quindi per me lei non e' celiaca. Piuttosto sembra aver fatto una tiroidite.

Anche sul megaloblastico ci andrei piano, "megaloblastico" e' un attributo morfologico (macrocitosi + atipie) che indica una anomalia maturativa midollare. Sulla base del solo MCV lei avra' solo una discreta macrocitosi, oltretutto leggo diagnosi di "anemia" ma poi non ci riferisce l'emoglobina. A questo punto scrupolo vorrebbe di dosare folati e B12 e poi supplementare la sola vitamina risultata carente. Glieli hanno dosati?

A riprova del fatto che lei non ha celiachia c'e' il ferro alto, segno che il ferro entra, ossia l'intestino assorbe. E' anche vero che nelle macrocitosi il ferro e' alto perche' il midollo lo spreca, ma comunque la sideropenia e' tipica della celiachia e lei non ce l'ha.

Se ci fosse un problema di assorbimento della B12, potrebbe si ' essere di origine intestinale, ma molto specifico e legato al fattore intrinseco. Faccia il dosaggio degli anticorpi anti cellule parietali gastriche, una loro positivita' suggerisce ridotto assorbimento della B12 su base autoimmune.