Utente 210XXX
Salve, sono una donna di 50 anni in terapia TAO da circa venti, in quanto portatrice di una protesi valvolare mitralica meccanica e una biologica in posizione tricuspidalica, quindi obbligata a mantere un valore di INR tra 2.5 e 3.5.
Essendo affetta anche da diabete di tipo I, annualmente mi sottopongo ad un check up completo. Nell'ultimo controllo effettuato l'oculista mi ha consigliato di assumere Maxiven Cromo, utile a quanto pare, per la prevenzione della retinopatia diabetica; questo farmaco contiene Gingko Biloba.
Vorrei pertanto sapere quanto il Gingko Biloba può interferire con il livello di scoagulazione, eventuali accorgimenti da seguire o se necessario interrompere l'assunzione del farmaco.
Ringraziando tutto lo staff, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Non credo che tale sostanza interferisca con la TAO.
Comunque nelle linee guida nella gestione dei pazienti in TAO è previsto che ad ogni cambiamento di vita (esempio alimentare), ad ogni assunzione di nuovi farmaci e/o sostanze è dirimente controlli stretti di monitoraggio dell'INR.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!